• Articolo Roma, 10 aprile 2012
  • Verso l’esaurimento dei 3 mln di euro stanziati

    “Il sole a scuola”, un successo annunciato

  • Sono già quasi 600 le domande arrivate in risposta al bando del Ministero dell’Ambiente, rivolto a Comuni e Province, per promuovere la diffusione degli impianti fotovoltaici sugli edifici scolastici italiani

(Rinnovabili.it) Sono bastati davvero pochissimi giorni perché  il bando “Il sole a scuola” registrasse per un vero e proprio boom di domande. L’iniziativa, lanciata dal Ministero dell’Ambiente italiano lo scorso 20 marzo, ha già ricevuto 600 richieste provenienti da enti pubblici per una ripartizione quasi totale dell’importo stanziato per il progetto. Nella sua seconda edizione il bando ministeriale conferma ancora una volta l’interesse di comuni e provincie, i destinatari del concorso, a rinnovarsi a favore della sostenibilità, con un occhio attento soprattutto nei confronti dell’istruzione.

Finanziato con tre milioni di euro, il bando prevede il coinvolgimento di circa 1000 scuole pubbliche italiane, protagoniste in questo caso di una nuova ondata in interventi di solarizzazione. Il progetto, infatti, è finalizzato alla istallazione di impianti fotovoltaici sugli istituti scolastici e, simultaneamente, all’avvio di un’attività didattica volta alla realizzazione di analisi energetiche e di interventi di razionalizzazione e risparmio energetico nei suddetti edifici, tramite il coinvolgimento degli studenti.

“Non possiamo che essere felici – ha commentato il ministro dell’Ambiente Corrado Clini – le numerose richieste pervenute per l’iniziativa “il sole a scuola” sono la dimostrazione di grande sensibilità verso la diffusione di energie alternative pulite.” Il contributo concesso dal Dicastero è pari al 100% del costo ammissibile con un limite massimo di 40.000 euro iva inclusa per edificio scolastico, escludendo quindi qualsiasi onere a carico dell’ente locale.