• Articolo Ravenna, 17 maggio 2013
  • Una tecnologia innovativa firmata GE

    Acqua potabile, Ravenna pensa in grande

  • Grazie all’interesse della città per la popolazione e i turisti e all’impegno di GE Ravenna avrà presto un nuovo depuratore per la potabilizzazione dell’acqua del Po

(Rinnovabili.it) – Iniziano oggi i lavori di costruzione dell’impianto che offrirà acqua potabile a 400.000 persone residenti nella città di Ravenna. Il depuratore, che utilizzerà l’innovativa membrana ZeeWeed* 500 di General Electric, sarà in grado di garantire a cittadini e turisti acqua potabile anche nei momenti di massima domanda, come in estate.

La membrana è infatti in grado di purificare l’acqua rendendola potabile e di buona qualità, rendendo possibile la trasformazione dell’acqua del Po, caratterizzata da alte concentrazioni di solidi sospesi e torbidità, in un prodotto sicuro per il consumo umano.

“L’economia della nostra regione dipende fortemente dai nostri assets industriali e dai turisti stagionali che scelgono la riviera romagnola per le sue spiagge rinomate e i siti di interesse storico. Garantire una fornitura di acqua sicura ed affidabile è fondamentale per il turismo,  la comunità residente  e l’economia locale in generale”, ha dichiarato Andrea Gambi , CEO di Romagna Acque S.p.A.. “Abbiamo sofferto di carenze d’acqua negli invasi e avevamo bisogno di incrementare la disponibilità di acqua potabile sicura. La costruzione di questo nuovo impianto di potabilizzazione con la tecnologia ZeeWeed di GE permette di trasformare il fiume in una fonte sicura e affidabile di acqua da immettere nell’’acquedotto”.

 

Completato l’impianto sarà in grado di trattare una portata di 95.000 metri cubi al giorno utilizzando l’avanzato strumento GE di ultra filtrazione dell’acqua che riesce a separare le particelle in sospensione, i batteri e i virus dall’acqua pulita che prende il nome di permeato.

“Negli ultimi anni la Romagna ha visto una riduzione e deterioramento di acqua primaria da fonti convenzionali come gli invasi e le falde acquifere, ed è stata obbligata a rivolgersi ad altri corpi idrici per l’approvvigionamento con, purtroppo, caratteristiche qualitative non sempre ottimali. I processi di trattamento avanzati come l’ultrafiltrazione con membrane ZeeWeed* di GE sono l’ideale quando l’acqua in origine fortemente compromessa deve essere trasformata in acqua potabile,” ha dichiarato Alessandro Monti, direttore commerciale della divisione municipale—Water and Process Technologies Italia di GE Power & Water. “Sono sempre più numerose gli enti locali alla ricerca di nuovi sistemi di trattamento che  garantiscano acqua potabile sicura e affidabile, indipendentemente dal livello di inquinamento dell’acqua di partenza”.