• Articolo Bari, 14 marzo 2012
  • Aeroporti Puglia, Vendola: laboratorio di sostenibilità ambientale e sociale

  • Il Presidente della Regione è intervenuto stamane al convegno “Nel segno dell’ambiente”

“L’ecologia non è una disciplina specialistica, ma è l’ago e il filo che ricuce tutti gli specialismi sulla tela del governo del nostro territorio e delle nostre comunità”. Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola intervenendo questa mattina al convegno organizzato da Aeroporti di Puglia sul tema: “Nel segno dell’ambiente. Lo sviluppo e il rispetto” alla presenza del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini.

“C’è chi pensa – ha continuato Vendola – che l’ecologia sia un capitolo, un tema, una cultura che si aggiunge. Noi, invece, dobbiamo immaginare, proprio guardando gli interventi realizzati in questo aeroporto, che l’ecologia chiama in causa tutte le altre discipline e chiede alle politiche pubbliche un cambiamento radicale di sguardo e di mentalità”.
“Sostenibilità – ha spiegato il Presidente della Regione Puglia – vuol dire chiamare in causa le competenze dell’urbanistica, quelle ambientali ed economiche. Per noi, per esempio, scommettere sull’aeroporto vuol dire portare avanti un laboratorio che dovrà produrre una felice infezione. Quando noi immaginiamo che il tema della crescita urbana non può essere più l’implementazione di cubature di cemento, ma deve essere il tema del riuso, del recupero e della rigenerazione urbana; e quando immaginiamo che la stessa rigenerazione urbana significa guardare le nostre periferie e i quartieri in termini di risparmio, di efficientamento energetico e idrico, o quando noi interveniamo in questo aeroporto anche costruendo il primo asilo nido aziendale che sia presente in un’aerostazione in Europa, stiamo immaginando che la sostenibilità ha anche un impatto sociale e ambientale”.
Secondo Vendola sostenibilità ambientale e sostenibilità sociale non devono essere i temi della domenica. “In questo Paese e in tanta parte del mondo – ha concluso Vendola – la green economy è una truffa, è una sorta di compensazione rispetto alla violazione permanente della biodiversità e degli ecosistemi; per cui da lunedì al sabato c’è uno stupro dell’ambiente e dei valori che sono a rischio, e la domenica, invece, magari nei vertici internazionali c’è la coscienza di quanto sia patologica questa condizione. Io penso che dobbiamo immaginare che l’ecologia funziona se lavora da lunedì al sabato e magari la domenica tutti quanti ci riposiamo. Il tema che presentiamo noi oggi, l’esperienza della modernità a cui ambisce Aeroporti di Puglia, è tutta giocata su questo: una modernità che si misura in termini di benessere prodotto sulle persone, su chi attraverserà questo luogo e su chi lo userà. Modernità come sostenibilità ambientale e sociale”.