• Articolo Washington, 2 gennaio 2012
  • Il 2012 sarà l’anno internazionale dell’energia sostenibile per tutti

    Anno nuovo, sostenibilità nuova

  • Arrivano dal Worldwatch Institute i dodici consigli che, se messi in pratica da subito, daranno all’anno appena iniziato un’impronta verde rivolta al futuro

(Rinnovabili.it) – Se vogliamo essere certi che le generazioni future siano in grado di soddisfare i loro bisogni primari, dobbiamo agire da subito smettendola di avanzare richieste insostenibili al nostro pianeta, le cui risorse sono limitate. Questo il monito del Presidente del Worldwatch Institute, Robert Engelman, che per l’inizio del nuovo anno consiglia, oltre ai consueti buoni propositi, di iniziare a ridurre il nostro impatto sull’ambiente e rendere gli stili di vita un po’ più verdi. Da qui, una serie di soluzioni che potrebbero essere messe in pratica durante il 2012, peraltro designato dalle Nazioni Unite come l’anno internazionale dell’energia sostenibile per tutti, e che potrebbero risolvere importanti questioni. Garantire l’accesso all’energia sostenibile per tutti, infatti, è fondamentale per risolvere molti dei problemi del mondo, compresi la sicurezza alimentare e la povertà e il cambiamento climatico. Dodici i consigli forniti dal Worldwatch Institute: riciclare, ricordarsi di spegnere le luci, sostituire le lampadine a incandescenza con quelle a risparmio energetico, bere acqua del rubinetto, moderare le temperature con cui riscaldiamo gli ambienti, supportare i programmi di recupero del cibo, preferire i prodotti locali, praticare il bike sharing, condividere l’auto, coltivare il proprio giardino (anche in casa), produrre compost e ridurre il consumo di carne. Si tratta di una lista di azioni semplici e pratiche da attuare che possono essere eseguite facilmente da tutti.