• Articolo Bruxelles, 19 novembre 2019
  • Accordo sul nuovo Bilancio UE: più fondi per il clima

  • Allo scadere del periodo di conciliazione, arriva l’accordo preliminare sul bilancio europeo per il 2020. I fondi sul clima aumentano rispetto alla proposta della Commissione, ma in modo meno coraggioso di quanto inizialmente proposto dal Parlamento.

Arriva l’accordo tra Consiglio e Parlamento europeo sul bilancio UE per il 2020

 

(Rinnovabili.it) – Ieri il Consiglio e il Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo sul bilancio dell’Unione Europea per il 2020. In questo documento provvisorio, che dovrà essere formalmente accettato da entrambi gli organi UE, gli impegni finanziari assunti dall’Europa sono fissati ad un totale di 168,7 miliardi di euro, con un aumento dell’1,5 % rispetto al bilancio UE  del 2019.

 

La Commissione Europea aveva proposto che almeno il 20% della spesa annua fosse dedicato alle azioni di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici. L’indicazione della Commissione non solo è stata pienamente adottata dal Consiglio e dal Parlamento, ma entrambi hanno concordato in un aumento del budget proposto dal braccio esecutivo UE di circa 500 milioni di euro.

Le spese dedicate al clima saranno suddivise in diversi settori e ambiti, tra cui la ricerca e lo sviluppo (con il programma Horizon2020), le infrastrutture, i trasporti e l’energia (con lo strumento Connecting Europe Facility). Ulteriori fondi sono stati inoltre assegnati al programma LIFE, lo strumento europeo dedicato specificamente ad ambiente e clima, che riceverà 590 milioni di euro, e all’European Environment Agency (EEA, Agenzia europea dell’ambiente) per l’assunzione di nuovo personale. Inoltre, altri fondi saranno dedicati al sostegno alle PMI (piccole e medie imprese) in materia di clima, ma anche ai settori della cooperazione allo sviluppo e a sostegno dei vicini dell’UE, a est e a sud.

 

L’accordo sul bilancio UE è arrivato appena in tempo, poco prima della scadenza del periodo di conciliazione e negoziazione tra Consiglio e Parlamento prevista per la mezzanotte di lunedì. Il Parlamento, infatti, aveva precedentemente risposto alla proposta della Commissione con una richiesta molto più coraggiosa, in cui la spesa per gli obiettivi climatici aumentava di oltre 2 miliardi, portando il bilancio da 168,8 a 171 miliardi euro.

 

>>Leggi anche Bilancio UE: il Parlamento aumenta la spesa sul clima<<

 

Altri elementi importanti dell’accordo sul bilancio UE per il 2020 comprendono i sostegni alla crescita e all’occupazione (25,3 miliardi di euro, + 7,9% rispetto al 2019), con una voce di bilancio specificamente dedicata all’occupazione giovanile (145 milioni di euro), e i finanziamenti al Fondo Asilo, migrazione e integrazione, incluso il sostegno agli Stati membri in prima linea, per un totale di 949 milioni di euro.

 

Il Parlamento e il Consiglio hanno ora 14 giorni per approvare formalmente l’accordo raggiunto. Il Consiglio dovrebbe approvare il bilancio UE il 25 novembre, mentre la votazione al Parlamento europeo è prevista per il 27 novembre. Jan Van Overtveldt, presidente della Commissione bilancio, ha dichiarato che “il bilancio dell’UE per il 2020 è un cambiamento storico. Investimenti in innovazione, ricerca e infrastrutture a favore del clima e dell’ambiente. Invece di limitarsi a fondi di coesione e agricoltura. Questo può essere un esempio per il prossimo budget pluriennale.

 

 

Inoltre, attraverso i canali ufficiali ha aggiunto: “sono lieto di notare che siamo riusciti a trovare un accordo. Questo è un buon segno. Rileviamo con soddisfazione che l’aumento rispetto alla proposta di bilancio presentata dalla Commissione è il maggiore in questo quadro finanziario pluriennale, ed è dovuto principalmente alle priorità che il Parlamento ha identificato”.

 

>>Leggi anche Decisione storica della BEI: stop finanziamenti ai combustibili fossili<<

 

Un Commento

  1. Sara
    Posted novembre 21, 2019 at 10:58 pm

    Io sono molto d’accordo, sto limitando gli sprechi comunque se spendiamo troppi soldi qui non riuscirete a raggiungere gli obbiettivi 2030 , tra cui anche l’ugualianza economica tra gli stati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *