• Articolo Washington, 11 aprile 2013
  • 75 atleti scrivono al presidente Obama

    Il cambiamento climatico minaccia gli sport invernali

  • Inverni sempre più miti stanno preoccupando gli atleti e gli appassionati di sport invernali che vedono minacciato il regolare svolgimento delle gare

(Rinnovabili.it) – Anche gli sportivi si preoccupano del cambiamento climatico. Nonostante neve artificiale e serpentine che ghiacciano le piste necessarie a numerosi sport invernali, 75 campioni olimpionici hanno lanciato un appello al presidente Obama temendo che il cambiamento climatico possa danneggiare lo svolgimento futuro delle competizioni durante l’inverno.

In una lettera indirizzata al presidente Usa gli atleti hanno invitato ad un maggiore impegno ambientale per evitare che sci e snowboard diventino discipline impraticabili a causa delle temperature medie stagionali sempre più elevate. “In qualità di atleti professionisti, in rappresentanza di una comunità di 23 milioni di appassionati di sport invernali, stiamo assistendo personalmente ai cambiamenti climatici. L’anno scorso è stato l’anno più caldo mai registrato, e ancora una volta, stiamo vivendo un’altra stagione invernale di neve inconsistente. Senza dubbio l’inverno è in difficoltà” è stato scritto nella lettera.

Ma Obama per l’ambiente sta facendo molto. Ad esempio sono in dismissione o in ristrutturazione le vecchie centrali elettriche, anche se gli ambientalisti e gli sportivi che hanno redatto la lettera suggeriscono l’adozione di due misure fondamentali: la dismissione delle centrali a carbone e  l’arresto del progetto per la costruzione del gasdotto Keystone.