• Articolo Londra, 23 luglio 2012
  • Un permesso accordato alla Shell e alla SSE

    CCS: l’Uk autorizza il primo sito permanente

  • Grazie all’accordo le due società hanno ottenuto dalla Crown Estate il diritto di locazione del sito di stoccaggio Goldeneye, a largo delle coste scozzesi

(Rinnovabili.it) – Il Regno Unito ha concesso la licenza per il primo sito permanente dedicato allo stoccaggio di anidride carbonica, localizzato nel Mare del Nord.

La Crown Estate, che nell’Uk gestisce le acque costiere, ha assegnato alla Shell Uk e alla SSE CCS l’accordo di locazione (AfL) del sito di stoccaggio sottomarino 65 miglia a nord est della costa scozzese. Le due aziende prevedono di utilizzare il sito come parte del progetto Peterhead per la cattura e lo stoccaggio della CO2, che punta a trattenere nel sito di stoccaggio permanente, battezzato Goldeneye, le emissioni prodotte da una centrale elettrica.

Al momento Shell e SSE sono alla ricerca di un appoggio governativo per portare avanti il progetto Peterhead, certe di ottenere un sostegno economico per la realizzazione di quello che per il paese appare come un progetto rivoluzionario. “Vediamo il CCS come una tecnologia importante per aiutare a gestire il cambiamento climatico e la sicurezza degli approvvigionamenti energetici come parte dei vari modi di continuare a fornire energia e processi industriali al il Regno Unito ma con emissioni basse o nulle,” la Crown Estate ha affermato in una dichiarazione.