• Articolo Milano, 21 maggio 2013
  • Una ricerca AXA-IPSOS

    Clima: gli italiani consapevoli temono il global warming

  • Una ricerca AXA-IPSOS svela che in Europa sono gli italiani i più preoccupati e consapevoli del cambiamento climatico e delle relative conseguenze

(Rinnovabili.it) – Consapevoli che il clima è cambiato gli italiani tra gli europei sono i più preoccupati che il cambiamento climatico porti a conseguenze irreversibili. Lo dichiara un’indagine AXA-IPSOS che fotografa la percezione del clima che cambia nel Belpaese dichiarando che 9 intervistati su 10, per la maggior parte donne, si dichiarano consapevoli dell’effettivo innalzamento della temperatura nel corso dell’ultimo ventennio.

A conoscere e temere il cambiamento climatico anche i giovani, sempre più informati e attenti alle variazioni di temperatura. L’87% degli intervistati tra i 18 e i 24 anni conosce il problema e le sue criticità e le ricollega all’attività antropica.

L’Italia, che dal 1944 ha speso 245 miliardi di euro per far fronte alle conseguenze dei disastri ambientali, è però allineata circa la necessità di un’azione concreta e repentina aumentando i tassi di informazione anche grazie al sostegno e all’impegno del settore assicurativo in grado di disegnare gli scenari futuri allertando la popolazione.

«Qualcosa nella mente dei cittadini/consumatori italiani sta cambiando – ha sottolineato Andrea Rossi, Amministratore Delegato di AXA Assicurazioni. – Secondo la ricerca AXA-IPSOS, il cambiamento climatico è oggi una delle realtà che preoccupa maggiormente ed emerge la consapevolezza che, in quanto fenomeno collettivo, le risposte debbano essere comuni, in una logica di partnership virtuosa tra pubblico-privato e società che si rifletta positivamente sia sulla crescita economica, sia sulla sua sostenibilità nello spazio e nel tempo. Anche il settore assicurativo, nella sua vocazione più autentica di protezione e gestione dei rischi nel lungo periodo, è chiamato a raccogliere la sfida, per essere pienamente ‘cittadino’ della comunità in cui opera».

L’indagine, che ha preso in considerazione l’opinione di diverse popolazioni europee ha riscontrato negli italiani le preoccupazioni maggiori. Tra questi il 93% ritiene tra i maggiori responsabili dell’inquinamento che accentua l’effetto serra le economie avanzate e sempre per il 93% ritiene possibile trovare soluzioni innovative per arrestare i danni all’ambiente.