• Articolo Vimercate, 18 ottobre 2012
  • Un accordo tra Minambiente e SAP Italia

    Clini firma con SAP l’accordo per il green IT

  • Attraverso l’intesa siglata stamane a Vimercate il Ministero ribadisce l’impegno alla riduzione delle emissioni inquinanti nelle sedi della SAP e nelle aziende servite

(Rinnovabili.it) – All’espandersi dell’IT aumenta anche l’impatto ambientale del settore. Per questo il Ministero dell’Ambiente, in accordo con la società italiana leader nell’Information Technology SAP Italia, ha deciso di firmare oggi a Vimercate un accordo per la sostenibilità ambientale del settore tecnologico.

In occasione del 2° SAP Sustainability Forum i due attori hanno siglato l’intesa che porterà alla promozione della sostenibilità ambientale e alla riduzione dell’impatto sul clima delle aziende che si affidano all’IT. Verrà così stimolata e favorita la ricerca di metodologie a basso impatto ambientale finalizzate principalmente al calo della produzione e del rilascio di inquinanti su due diversi fronti: da una parte la riduzione dell’impronta delle attività di SAP all’interno delle sedi di Roma e Vimercate, e dall’altra per favorire i benefici indiretti generati dall’implementazione presso le imprese clienti di soluzioni tecnologiche SAP, che le utilizzano per gestire in modo green il proprio business.

 

“L’accordo sottoscritto oggi segna per noi un importante passo che andrà a rafforzare il cammino già intrapreso per operare al nostro interno in modo sostenibile e per aiutare i nostri clienti a fare business nel rispetto delle problematiche ambientali. Il valore di questo impegno volontario è anche nella preziosa collaborazione tra pubblico e privato per ridurre l’impatto ambientale, che porterà risultati utili per le istituzioni, per le imprese ma anche per l’intera collettività”, ha dichiarato Luisa Arienti, amministratore delegato di SPA Italia. “Ci auguriamo che il nostro percorso sia da esempio per tante altre aziende che, come SAP, investono concretamente per uno sviluppo più sostenibile”.

Grazie all’accordo sarà anche definita una metodologia di calcolo dell’impatto ambientale, in modo da individuare gli interventi mirati alla riduzione delle emissioni di gas serra. “Il Ministero ha firmato accordi per l’analisi dell’impronta ambientale con più di 70 aziende italiane – ha spiegato il Ministro Clini – L’accordo di oggi è di particolare rilievo perché riguarda un settore strategico per la riduzione dell’impatto sull’ambiente delle attività produttive. Il software, infatti, è uno degli strumenti chiave per la sostenibilità perché riduce il fabbisogno di energia e di risorse nelle imprese”.