• Articolo Roma, 9 maggio 2012
  • Un impegno per l'ambiente

    Club di Roma: la temperatura aumenterà i 2 gradi in 40 anni

  • L’attività industriale mette a rischio il pianeta, destinato a sopportare un ulteriore aumento della temperato stimato in 3 gradi Celsius entro il 2080

(Rinnovabili.it) – Un aumento della temperatura globale di 2 gradi celsius in 40 anni è quanto previsto dagli esperti che fanno parte del Club di Roma, gruppo che riunisce scienziati ed industriali, oltre ad economisti e capi di stato di tutti e cinque i continenti che si interessano di cambiamento climatico e crescita economica.

Emissioni di diossido di carbonio che causeranno l’aumento di 2 gradi entro il 2052 e di circa 3 gradi entro il 2080 con la supposizione che i settori industriali e i governi non riusciranno né si impegneranno a fare abbastanza per ovviare al problema. Non riuscendo a contrastare i cambiamenti climatici nella prima metà di questo secolo, il mondo si troverà in una condizione pericolosa nella seconda metà, anche se la popolazione mondiale dovrebbe avere il suo picco nel 2042 toccando gli 8,1 miliardi, mentre la crescita economica si rivelerà molto più lenta del previsto nelle economie mature.

“E’ improbabile che i governi opteranno per un regolamento che costringa i mercati a destinare più soldi alle soluzioni rispettose del clima, e (noi) non dobbiamo presumere che i mercati lavoreranno per il bene dell’umanità”, ha dichiarato Jorgen Randers, autore del rapporto e professore di strategia climatica presso la Norwegian School of Management. “Stiamo emettendo ogni anno un quantitativo di gas serra due volte superiore a quanto viene assorbito dalle foreste del mondo e dagli oceani. Questo superamento è destinato a peggiorare e raggiungerà il picco nel 2030”.