• Articolo Londra, 18 gennaio 2013
  • L’azienda si riappropria del simbolo che l’ha contraddistinta per più di 90 anni

    Coca Cola e WWF insieme per salvare l’Artico

  • La grande multinazionale elargirà 3 milioni di euro all’associazione ambientalista per sostenere la campagna che intende salvare l’habitat naturale dell’orso bianco

(Rinnovabili.it) – La Coca Cola scende in campo al fianco del WWF per sostenere la campagna con cui l’associazione ambientalista intende salvare l’Artico dagli effetti del cambiamento climatico e proteggere l’habitat naturale dell’orso bianco. Ben 3 i milioni di euro che la multinazionale elargirà al WWF per cercare di smentire quanto gli scienziati ci dicono da anni, e cioè che l’Artico si sta riscaldando a una velocità doppia rispetto alla media globale e che i ghiacci diminuiscono dell’11% ogni dieci anni: tutte stime che secondo alcuni sono ancora più drastiche, con previsioni di scioglimento totale dei ghiacci in 30-40 anni o addirittura entro la fine del 2015. Si tratta di una situazione che già oggi mostra i suoi effetti: molti ecosistemi, così come tante specie, sono minacciati dagli effetti che il riscaldamento globale provoca sulla regione; gli orsi polari, infatti, sono costretti a passare più tempo sulla terra ferma, vivendo di fatto in un ambiente che non è il loro naturale.

 

Grazie alla campagna di sensibilizzazione che il WWF sta conducendo, saranno raccolti fondi che permetteranno di evitare il peggio. Dal canto suo la Coca Cola, riappropriandosi del simbolo che l’ha contraddistinta per più di 90 anni (l’orso polare appunto), con un nuovo spot televisivo sta sponsorizzando lattine che raffigurano una famiglia di orsi polari in viaggio attraverso l’Artico. L’idea è appunto quella di salvare il loro futuro.