• Articolo Atlanta, 11 luglio 2012
  • Un risparmio totale di 100 mld di litri di acqua

    Coca Cola: il risparmio idrico sfiora il 35%

  • Un innovativo sistema di trattamento e recupero dell’acqua utilizzata in fase di produzione delle bevande permette un risparmio idrico del 35%

(Rinnovabili.it) – Grazie ad un innovativo sistema di recupero Coca Cola ha ottenuto un risparmio idrico pari al 35%, diminuzione del consumo che gli ha fatto ottenere il premio dell’IWA, International Water Association.

Il risparmio ottenuto in fase di produzione delle bevande, ad esempio in fase di pulitura delle bottiglie, permette di ottenere acqua di ottima qualità con standard che rispecchiano e a volte superano i livelli dell’acqua potabile,  . Il sistema utilizza l’acqua di processo altamente trattata e la tratta ulteriormente sfruttando un trattamento biologico in un bioreattore a membrana, l’ultrafiltrazione, l’osmosi inversa, la ozonizzazione, e la disinfezione ultravioletta.

“Una gestione responsabile dell’acqua è fondamentale per un futuro sostenibile, per questo è necessario mettere in atto azioni straordinarie per vincere le sfide in questo campo” – ha dichiarato  Bea Perez, Chief Sustainability Officer di The Coca-Cola Company. “Abbiamo assunto un ruolo attivo nel promuovere soluzioni innovative per la conservazione e la gestione sostenibile delle risorse idriche, a beneficio di tutti: delle comunità, della natura, del business.”

Riuscendo a riutilizzare l’acqua impiegata negli impianti di imbottigliamento la Coca Cola è quindi in grado di ridurre l’impiego della risorsa nelle fasi di produzione del 35%, una riduzione dell’impronta idrica che, oltre a fornire vantaggi per l’azienda, dona maggiore ricchezza alle popolazioni locali.

“Per affrontare le sfide idriche mondiali è necessario che il nostro settore assuma un ruolo attivo nella conservazione delle risorse idriche”, ha commentato Carletta Ooton, Vice President, Chief Quality, Safety, and Sustainable Operations Officer. “Abbiamo sperimentato questa nuova tecnologia con l’obiettivo di raggiungere la massima qualità possibile nel recupero dell’acqua. Il sistema multi-barriera soddisfa o supera anche i più rigorosi standard di qualità dell’acqua, e riflette il nostro impegno a livello aziendale per la sicurezza, la qualità e l’ambiente in tutto ciò che facciamo.”

L’azienda ha poi calcolato che, se applicato in ogni stabilimento, il sistema permetterebbe di risparmiare fino a 100 miliardi di litri d’acqua all’anno, se attuato in tutti gli impianti di imbottigliamento.

Il progetto  e questa tecnologia innovativa sono state insignite dell’Innovation in Small Projects Award dall’International Water Association durante gli Asia Pacific Regional Innovation Awards, motivo in più per esserne fieri e sperare che la tecnologia si diffonda presto anche in altri stabilimenti della catena oltre che nell’intero settore.