• Articolo Trento , 26 gennaio 2012
  • Nuova luce alla ristorazione green

    Con il marchio “Ecoristorazione Trentino” si mangia green

  • Un marchio che certifica le buone pratiche della ristorazione trentina a patto che si faccia attenzione alla filiera corta, alla riduzione dei rifiuti e all’impiego di risorse locali

(Rinnovabili.it) – Ci sono voluti 6 mesi ma adesso i ristoratori del Trentino hanno a disposizione un marchio che ne evidenzia l’impegno ambientale. Dopo diversi incontri, il Tavolo di Lavoro del progetto “Ecoristorazione Trentino” – partecipato dalla Provincia, dal Comune di Trento e dalle principali associazioni di categoria del comparto ristorativo trentino – ha approvato un nuovo marchio di sostenibilità ambientale che potrà essere assegnato ai ristoratori che rispetteranno 26 diverse azioni ambientali fondate sulla “riduzione dei rifiuti, ma anche sulla promozione di prodotti del territorio a filiera trentina, sulla riduzione dei consumi idrici ed energetici, sulla valorizzazione dell’acqua di rete, sull’utilizzo di prodotti/servizi ecologici, sul coinvolgimento della clientela nell’attuazione di buone pratiche”.

Potranno quindi richiedere la certificazione tutti gli esercizi che come attività principale sono impegnati nella ristorazione come ristoranti, pizzerie e alberghi che per ottenere il marchio “Ecoristorazione Trentino” dovranno soddisfare almeno 7 requisiti  su 19 e ottenere un minimo di 18 punti su 50.

Diverse le aree di interesse:

  1. alimenti e bevande: priorità ai prodotti biologici, locali, solidali;
  2. rifiuti: priorità alla riduzione;
  3. energia e acqua: priorità al risparmio energetico ed idrico;
  4. acquisti non alimentari: priorità ai prodotti verdi informazione, comunicazione, educazione ambientale: per il coinvolgimento della clientela nelle buone pratiche ambientali;
  5. informazione, comunicazione, educazione ambientale: per il coinvolgimento della clientela nelle buone pratiche ambientali.