• Articolo Roma, 21 novembre 2011
  • I dati sono stati estrapolati dal questionario compilato da 5000 cittadini

    CONAI pubblica i risultati del Tour 10 più

  • Attraversando l’Italia CONAI ha chiesto ai cittadini le opinioni sulla gestione comunale e domestica della raccolta differenziata: positiva l’opinione generale dei 5000 intervistati

(Rinnovabili.it) – In occasione del tour nazionale Raccolta 10 più organizzato da CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) sono state raccolte le opinioni di circa cinquemila cittadini che hanno collaborato compilando i questionari sulla qualità della raccolta differenziata  distribuiti in 110 città.

Dai dati è emerso che il 78% degli italiani intervistati, quindi tre su quattro si considerano virtuosi nella differenziazione domestica dei rifiuti di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro. Soddisfazione è stata espressa da parte della metà degli italiani interrogati chiamati a commentare l’operato delle amministrazioni comunali locali: il 56% ritiene infatti che l’impegno del proprio comune sia sufficiente. L’idea di standardizzare i contenitori per la raccolta differenziata è piaciuta al 91% degli intervistati che la ritengono un buon metodo per coinvolgere i cittadini aiutandoli a differenziare correttamente in caso di viaggi o spostamenti.

Ma l’impegno degli intervistati non si è fermato alla sola compilazione dei quesiti, i cittadini hanno infatto avanzato proposte per facilitare e migliorare la raccolta e il riciclo non solo relative al corretto inserimento nei diversi cassonetti ma anche informando il cittadino sulle successive metodologie di trattamento dei rifiuti e le possibilità di reimpiego dei materiali. E’ stato inoltre suggerito un sistema a premi per chi smaltisce correttamente gli scarti domestici multando al contrario chi non presta la necessaria attenzione.

Nonostante sia pressocchè omogeneo l’impegno dell’Italia in favore della raccolta differenziata appaiono comunque evidenti alcune differenze tra Nord, Centro e Sud della penisola: i comuni del nord hanno infatti ricevuto il 70% dei pareri positivi per aver gestito correttamente la raccolta mentre per il Centro e per il Sud i comuni green sono il 50%. L’eccezione è come sempre rappresentata dalla Sardegna dove l’impegno è buono per l’80% dei comuni e la Campania dove nonostante l’emergenza rifiuti di napoli oltre il 55% dei cittadini ha dichiarato buono il sistema di raccolta. “Raccolta 10 più – commenta Roberto De Santis, presidente CONAI – ha coinvolto tutti i comuni capoluogo di Provincia e di Regione durante l’intero mese di ottobre. A questi 110 se ne sono aggiunti altri 170 che hanno aderito spontaneamente alla manifestazione. L’adesione di tanti Comuni mostra come l’argomento della raccolta differenziata di qualità sia sentito su tutto il territorio nazionale e decreta il successo dell’iniziativa. E’ importante sottolineare, infatti, che una raccolta differenziata di qualità rappresenta una condizione necessaria a migliorare i successivi risultati di riciclo”.