• Articolo Roma, 7 gennaio 2019
  • Conservazione della natura: le 10 buone notizie del WWF

  • Il 2018 è stato non è stato un anno facile per la conservazione della natura, eppure sono stati raggiunti alcuni importanti traguardi a livello globale, grazie anche all’operato dell’associazione ambientalista

convervazione-natura-wwf-belize

La barriera corallina del Belize.

 

Le 10 buone notizie del WWF riguardano la conservazione della natura di tutto il pianeta

 

(Rinnovabili.it) – Nonostante le sfide per salvare il pianeta siano ancora molte e il 2018 sia stato un anno difficile per la conservazione della natura, il WWF ha iniziato il nuovo anno all’insegna dell’ottimismo, concentrandosi su alcuni importanti traguardi raggiunti a livello globale, con la consapevolezza che ancora tanto si dovrà fare per quanto riguarda clima e biodiversità. Con questo spirito l’associazione ambientalista ha divulgato 10 buone notizie che riguardano la natura di tutto il pianeta.

 

>>Leggi anche Living Planet Report, stiamo cancellando la biodiversità<<

 

1- Dal 2010 a oggi la popolazione dei gorilla di montagna è aumentata del 25% e attualmente conta oltre 1.000 esemplari allo stato selvatico, concentrati principalmente nel Parco Nazionale dei vulcani Virunga nella Repubblica Democratica del Congo.

 

2- Il Parco Nazionale Serranía de Chiribiquete, nell’Amazzonia colombiana, è diventato la più grande area protetta della foresta pluviale tropicale: 4,3 milioni di ettari tutelati anche dall’Unesco.

 

3- La barriera corallina del Belize non è più nella lista UNESCO dei siti Patrimonio dell’Umanità che si trovano in pericolo, un risultato raggiunto anche grazie alle campagne di conservazione portate avanti dal WWF.

 

4- Metà delle acque messicane risulta protetta e capace di garantire una fornitura idrica a 45 milioni di persone, un risultato raggiunto grazie all’operato del WWF che ha consentito anche di mettere in protezione il fiume Usumacinta, il più ricco di biodiversità dell’America Centrale.

 

5- In crescita, ma pur sempre pochi, gli esemplari di tigre, passati da circa 3.200 del 2010 ai 3.890 di oggi; la lotta al bracconaggio e le politiche di conservazione hanno reso possibile un trend positivo, che in Nepal è quasi vicino al raddoppio.

 

6- È stato sottoscritto da 119 imprese il “Manifesto Cerrado” per fermare la deforestazione e proteggere il Cerrado, la grande savana tropicale del Brasile, in cui è racchiuso il 5% della biodiversità a livello mondiale.

 

>>Leggi anche Amazzonia: 2018 anno record per la deforestazione<<

 

7- Il settore assicurativo si è impegnato a livello globale per proteggere la natura, in particolare i siti Patrimonio Mondiale dell’umanità.

 

8- Sono stati salvati alle trivellazioni per estrarre petrolio e gas 11 milioni di ettari nell’Artico Orientale, una sfida vinta dal WWF insieme a organizzazioni Inuit che ha portato alla creazione di un’area di conservazione marina.

 

9- In Cina è entrata in vigore la messa al bando dell’avorio, un traguardo positivo, nonostante il 2018 sia stato un anno non proprio buono in termini di specie in via d’estinzione e bracconaggio, raggiunto anche grazie alle campagne condotte dal WWF per cambiare il comportamento dei consumatori.

 

10- Continua la protezione del delfino platanista del fiume Indo, una specie in grande pericolo che in Pakistan conta meno di 2.000 esemplari; il WWF, che continua il suo lavoro a stretto contatto con le comunità locali per proteggere questi delfini, ha salvato e rilasciato una femmina che si era impigliata in una rete.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *