• Articolo Isola del Giglio, 12 aprile 2012
  • L’incontro, in programma oggi e domani all’Isola del Giglio

    Costa Concordia: un seminario europeo sulla sicurezza

  • L’appuntamento è incentrato sulla tutela dei passeggeri delle navi e sulla prevenzione di futuri rischi per l’ambiente

(Rinnovabili.it) – E’ iniziato oggi (e terminerà domani) il seminario europeo all’Isola del Giglio incentrato sulla sicurezza delle navi e sulle nuove procedure di trasporto dei passeggeri che, dopo il naufragio della Costa Concordia lo scorso 13 gennaio, è stata la giusta occasione per affrontare approfonditamente temi “delicati” come la prevenzione e la gestione degli incidenti in mare, sia nell’ottica di salvaguardare potenziali rischi per i passeggeri che per scongiurare futuri danni per l’ambiente.

Nel corso dell’appuntamento – organizzato dalla Regione Toscana, in collaborazione con la Regione Bretagna, la Crpm (Conferenza delle regione periferiche marittime d’Europa), il Comune del Giglio e la Provincia di Grosseto – è stata evidenziata in particolare la questione delle misure che possono essere adottate, a livello internazionale, europeo, regionale e locale per rafforzare la sicurezza marittima e ambientale. L’incontro di oggi si inserisce nell’ampio scenario di iniziative che, dopo la tragedia del Giglio, hanno cercato di affrontare, su fronti diversi, il tema della sicurezza in mare, a partire dallo stesso “decreto rotte”, (siglato lo scorso 1° marzo dai Ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti) che ha lo scopo di evitare che le grandi navi si avvicinino a meno di due miglia dai confini delle aree marine protette.