• Articolo Bologna, 17 settembre 2012
  • Da “Life +”, 600 mila euro per il “Progetto Rii”

  • Via libera alla riqualificazione integrata idraulico-ambientale dei corsi d’acqua collocati nella fascia pedemontana della Regione

Via libera dalla Commissione europea al progetto Rii, destinato alla riqualificazione integrata idraulico-ambientale dei corsi d’acqua collocati nella fascia pedemontana dell’Emilia-Romagna, nei comuni di Albinea, Bibiano, Quattro Castella e San Polo d’Enza. Presentato dagli assessori regionali alla Sicurezza territoriale Paola Gazzolo e all’Agricoltura Tiberio Rabboni, il progetto ha ottenuto da Bruxelles un cofinanziamento di 600 mila euro (nell’ambito del Fondo per l’ambiente “Life +”) che si vanno ad aggiungere agli altrettanti stanziati dalla Regione Emilia-Romagna.
Il progetto Rii, sviluppato in collaborazione con il Consorzio di bonifica dell’Emilia centrale, mira a introdurre e testare l’efficacia di strategie innovative di gestione del territorio, con interventi sperimentali per riportare i corsi d’acqua ad un assetto più sicuro e più vicino a quello naturale, con l’obiettivo di accrescerne la capacità autodepurativa e di migliorare la qualità delle acque e dello stato ecologico di territori che ricadono in zone sensibili ad inquinamento da nitrati di origine agricola.
Le opere in programma riguarderanno la fascia pedecollinare dell’Appennino reggiano, aree in cui la densità di infrastrutture e l’elevato grado di urbanizzazione determinano un alto rischio di alluvione. I rii interessati saranno Enzola, Bertolini, Arianna, Bottazzo, Quaresimo e Lavezza.