• Articolo Bruxelles, 15 dicembre 2011
  • Lanciato il programma pilota ‘Sistema di verifica delle tecnologie ambientali’

    Da Bruxelles un programma per sostenere il green-tech

  • La Commissione europea ha messo a punto un nuovo strumento per aiutare quanti operano nel settore delle tecnologie ambientali

(Rinnovabili.it) – Investire nelle ultime innovazioni green è spesso e volentieri un vero e proprio salto nel buio. Per permettere alle tecnologie ambientali di raggiungere il mercato, venendo incontro sia alle società produttrici e che ai finanziatori esterni, la Commissione europea ha lanciato il “Sistema di verifica delle tecnologie ambientali” (Environmental Technology Verification – ETV); grazie a tale programma verrà infatti garantita una verifica indipendente dell’efficienza delle nuove tecnologie che permetterà agli acquirenti di individuare le soluzioni più adeguate alle loro necessità.

Nella fase iniziale il programma si dedicherà all’accreditamento degli organismi di verifica che dovranno valutare le tecnologie in tre ambiti: trattamento e monitoraggio delle acque, materiali, rifiuti e risorse energetiche. Dopo due anni di operatività la Commissione europea sottoporrà a valutazione l’ETV, il suo funzionamento e il suo impatto sulla commercializzazione di nuove tecnologie e formulerà conclusioni sulla prosecuzione delle attività di verifica delle tecnologie ambientali in Europa. “Il programma pilota ‘Sistema di verifica delle tecnologie ambientali’- ha dichiarato il Commissario per l’Ambiente, Janez Potočnikcostituisce il primo e pratico risultato del piano d’azione per l’ecoinnovazione. Poiché gli investitori hanno bisogno di informazioni obiettive e credibili sull’efficienza delle nuove tecnologie, l’iniziativa in questione avrà un ruolo rilevante, aiutando le imprese all’avanguardia nelle tecnologie ambientali a trarre i massimi vantaggi dalle opportunità presenti sul mercato unico europeo”.