• Articolo Roma, 11 febbraio 2013
  • Il prossimo 19 febbraio sarà la volta della Lega Nord, nessuna risposta da PDL, FLI, e UDC

    Da oggi online il Diario Elettorale 2013

  • Le 7 associazioni promotrici dell’iniziativa hanno pubblicato sui propri siti internet il resoconto sul primo ciclo di incontri avuti con Rivoluzione Civile, SEL, Movimento 5 Stelle, Lista Monti e PD

(Rinnovabili.it) – Pubblicato da oggi sui siti web di CAI, FAI, Federazione Pro Natura, Greenpeace Italia, Legambiente, Touring Club Italiano e WWF, sul Diario Elettorale 2013 è possibile avere un resoconto sulla prima settimana di incontri (dal 31 gennaio al 7 febbraio) che il “cartello verde” ha avuto con Antonio Ingroia (Rivoluzione Civile), Nichi Vendola (SEL) e gli esponenti del Movimento 5 Stelle, Lista Monti e Partito Democratico. Secondo le 7 associazioni, le forze politiche coinvolte nelle prossime elezioni nazionali, pur avendo dimostrato una certa sensibilità al “green deal”, hanno ancora poco presente l’importanza di una riconversione ecologica del Paese, una scelta che è diventata obbligata in seguito alla grave crisi economico-finanziaria in atto.

 

Secondo il resoconto fornito dalle associazioni, infatti, quello che, a livello generale, manca è la consapevolezza che “risparmiare risorse economico-finanziarie e ambientali non serve a superare solo il declino attuale, ma ad impostare il modello di sviluppo del futuro”. I temi verdi, dunque, non sono quelli su cui si scalda il confronto politico. Per il prossimo ciclo di incontri, invece, è confermato il prossimo 19 febbraio il confronto con Roberto Maroni (Lega Nord), mentre le associazioni attendono ancora conferme da parte di Silvio Berlusconi (PDL), Gianfranco Fini (FLI) e Pierferdinando Casini (UDC).