• Articolo Roma, 7 agosto 2012
  • Clini: "E' una buona notizia"

    Dalla Regione Lazio 127 mln per la differenziata

  • Le risorse serviranno alle amministrazioni provinciali e di Roma Capitale per incentivare la corretta gestione dei rifiuti urbani. Rinnovato inoltre il ‘Progetto Biomasse’

(Rinnovabili.it) – La gestione dei rifiuti nel Lazio ha da oggi un’arma più. Quella contenuta nella delibera approvata dalla Giunta Polverini che stanzia oltre 127 milioni di euro per favorire il sistema della differenziata. Le risorse serviranno alle amministrazioni provinciali e a quella di Roma Capitale per attivare o incrementare interventi finalizzati alla raccolta, alla prevenzione e al recupero dei rifiuti, per tutto il periodo 2012-2014.

“Si tratta – spiega la presidente Renata Polverini – di un segnale importante nell’ambito del ciclo integrato dei rifiuti che questa amministrazione regionale ha avviato con l’approvazione del piano regionale sui rifiuti, evitando per la nostra regione la procedura di infrazione da parte della Ue”.

Con una quota fissa di 750 mila euro all’anno per ciascun Ente e una parte variabile in base al numero della popolazione residente, i finanziamenti saranno destinati esclusivamente a progetti che prevedranno il raggiungimento di un sistema integrato di gestione della raccolta differenziata dei rifiuti, basandosi su uno stretto e continuo rapporto con i cittadini e con gli utenti. La Regione ha anche approvato il rinnovo dell’accordo con Roma Capitale alla base del ‘Progetto Biomasse’, l’iniziativa avviata nel 2007 per valorizzazione energetica degli scarti legnosi provenienti dalla potatura degli alberi. In base all’accordo, Roma Capitale si impegna a oltre che recuperare la biomassa legnosa anche a sviluppare la tecnologia bruciatori multifuel, da sviluppare in collaborazione con l’Università di Tor Vergata, attraverso una specifica convenzione, e a provvedere alla messa in opera di almeno 5 impianti in forma diretta e di altri 10 in forma indiretta, tramite l’attivazione di partnership.

La notizia è stata accolta con soddisfazione dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini secondo cui ” il finanziamento di 52,8 milioni per Roma è un passo concreto per favorire l’allineamento della gestione dei rifiuti della Capitale alle leggi nazionali e alle direttive europee”. Clini firmerà oggi il “Patto per Roma” sui rifiuti, protocollo già siglato da Comune e provincia, che servirà ad allineare la capitale agli obiettivi di raccolta differenziata e di recupero dei rifiuti stabiliti dalle leggi nazionali e dalle direttive europee. Il patto prevede  che la capitale raggiunga il 30% di raccolta differenziata  entro la fine del 2012, il 40% entro il 2013, il 50% entro il 2014, il 60% entro il 2015 e il 65% entro il 2016.