• Articolo Asunción, 20 maggio 2013
  • Un dato ambientale preoccupante

    Deforestazione, il Paraguay ne porta i segni

  • Gli alti tassi di deforestazione del Paraguay preoccupano l’Organizzazione Mondiale della Conservazione che teme il danno diverrà presto irreversibile

(Rinnovabili.it) – L’Organizzazione Mondiale della Conservazione (WWF) ha denunciato un tasso importante di deforestazione nel territorio Paraguayano  dove è stato rilevato il taglio indiscriminato di 2400 ettari nel distretto di Capitán Bado, localizzato a circa 400 chilometri dalla capitale.

La conferma della difficile situazione è arrivata dal laboratorio che ha analizzato i dati satellitari relativi al Paraguay orientale dove, nonostante le ripetute denunce, si susseguono episodi di devastazione del patrimonio boschivo. Per questa zona della nazione è stata infatti studiata una legge speciale che vieta espressamente qualsiasi attività di trasformazione e riconversione di aree con copertura forestale al fine di contenere il problema, determinato principalmente dalle attività dei proprietari terrieri, anche stranieri.

La regione necessita infatti di una profonda ristrutturazione per ricostruire quanto distrutto in un ecosistema come non ce ne sono altri in altre parti del mondo. Per dare nuova protezione all’area per il momento è stata prorogata la legge Deforestazione Zero, strumento efficace per invertire una pericolosa tendenza se supportato da un’adeguata campagna di sensibilizzazione che il governo sta organizzando.