• Articolo Manila, 23 settembre 2015
  • Depositato l’esposto alla Commissione per i diritti umani di Manila

    Denunciati i colossi del fossile per i disastri naturali

  • Società civile e ambientalisti fanno causa a BP, Shell, Chevron e molti altri, fra cui Eni e Italcementi, per i disastri naturali nelle Filippine

Denunciati i colossi del fossile per i disastri naturali 4

 

(Rinnovabili.it) – I grandi inquinatori denunciati per violazione dei diritti umani dai sopravvissuti ai disastri naturali nelle Filippine. È la prima contestazione al mondo di questo genere, presentata dai cittadini, insieme a diverse ONG, alla Commission for Human Rights di Manila. Intende smuovere l’opinione pubblica internazionale creando un precedente nella storia del diritto: una condanna nei confronti delle grandi multinazionali, colpevoli di accelerare gli effetti catastrofici del cambiamento climatico e frenare i tentativi dei governi di tagliare le emissioni e spostare l’asse dell’economia verso un sistema più sostenibile. Se si aprisse un’indagine che determinasse le responsabilità delle 50 maggiori aziende emettitrici di gas serra, sarebbe un terremoto giuridico in tutto il mondo.

È ora di mettere sotto accusa, secondo i ricorrenti, le attività economiche che hanno un impatto macroscopico sul clima. Tra queste, oltre a multinazionali come Chevron, ExxonMobil, BP e Shell, compaiono anche le italiane ENI e Italcementi, un sottoinsieme dei novanta soggetti giuridici che hanno fatto la parte del leone nelle emissioni di CO2 e metano nell’atmosfera terrestre.

 

Denunciati i colossi del fossile per i disastri naturali

 

«Dai Paesi Bassi agli Stati Uniti, i cittadini iniziano a ricorrere ai tribunali per spingere i governi a prendere misure in difesa del clima – ha dichiarato Zelda Soriano, consigliere giuridico e politico di Greenpeace South East Asia – Ci auguriamo che la Commissione dei Diritti Umani delle Filippine compia un passo coraggioso, riconoscendo che le grandi aziende inquinanti sono in gran parte responsabili della crisi climatica».

Greenpeace allude alla causa vinta pochi mesi fa da un gruppo di 900 cittadini olandesi contro il governo, responsabile di aver eluso gli obiettivi climatici dell’Unione europea.

«Anche la Chiesa, ispirata da Papa Francesco, sosterrà questa denuncia per violazione dei diritti umani e continuerà ad adoperarsi per un mondo socialmente giusto, sostenibile dal punto di vista ambientale e spiritualmente ricco», ha assicurato Edwin Gariguez, segretario esecutivo della Caritas Filippine e vincitore del Goldman Environmental Prize.

4 Commenti

  1. ritamir
    Posted settembre 23, 2015 at 11:28 am

    Giusto: si chiedono ravvedimenti operosi ai semplici cittadini, che costano loro denaro e sacrifici, e si continuano a proteggere e finanziare i grandi inquinatori, con la scusa del progresso e dei posti di lavoro. Dare posti di lavoro e poi uccidere per inquinamento non è sostenibile neanche dal punto di vista dell’economia.

  2. Dolphin
    Posted settembre 23, 2015 at 3:38 pm

    Non ce ne frega un cazzo di questo “progresso” che non é il mio, questo é il progresso economico di quelli che stanno rovinando il pianeta, il mio progresso é quello di avere aria pulita, cibo sano é naturale, acqua da bere potabile per tutti, mare pulito e pescoso, boschi, foreste, libertà per ogni essere vivente di questo pianeta, questo é il mio progresso e il progresso in cui credo, altri tipi di progresso sono solo inganno e spazzatura.

  3. Dolphin
    Posted settembre 23, 2015 at 8:11 pm

    Bisogna intentare class action anche agli Stati Uniti e i suoi alleati per lo spargimento di sostanze tossiche e in grado di modificare il clima e la salute di piante, animali e esseri umani, attraverso le chemtrails che vengono sparsi da aerei in tutto il mondo con conseguenze disastrose per la vita naturale del pianeta

  4. Salvador
    Posted settembre 25, 2015 at 1:02 am

    Ovvio che dobbiamo fare tutti qualcosa anche nel nostro piccolo…. Combattere questi colossi non e’ facile… Io per esempio con la mia piccola azienda vendo il sughero per l’edilizia combattendo tutti quei prodotti sintetici derivanti dal petrolio e quelle mentalità nate e/o cresciute con il ” progresso facile ma inquinante… ” ricordando a tutti che in passato sia recente che remoto ci si proteggeva solo e bene con i prodotti naturali…. Adesso per fortuna sta tornando questa sensibilità per la salute del mondo e per la salute nostra e dei nostri cari…. Il sughero, non per altro, difende e protegge da sempre la vita degli alberi … Per un futuro migliore bisogna per forza tornare al passato dando il vero valore ai veri valori….

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *