• Articolo Bristol, 25 marzo 2019
  • Regno Unito: divieto per i veicoli a motore fuori dalle scuole

  • Secondo un sondaggio, il 63% dei docenti inglesi sarebbe favorevole a vietare l’uso delle auto inquinanti nei pressi degl’istituti scolastici

scuole inquinamento atmosfericoUnicef UK: nelle scuole, 1 bambino su 3 è esposto a livelli d’inquinamento atmosferico sopra la norma

 

(Rinnovabili.it) – Gli insegnanti del Regno Unito chiedono al Governo di proibire l’uso delle auto inquinanti nei pressi delle scuole: secondo un sondaggio promosso dall’associazione ecologista Sustrans, il 63% dei docenti inglesi sarebbe favorevole a negare l’accesso a veicoli inquinanti che si affollano all’entrata delle strutture scolastiche per accompagnare e riprendere gli studenti.

 

Il sondaggio prende le mosse dallo studio pubblicato a inizio marzo dall’Azienda per la salute pubblica inglese che vedeva nell’inquinamento atmosferico la principale causa di decessi prematuri di oltre 30 mila persone, in UK, ogni anno. Sustrans ha ascoltato il parere di 840 docenti inglesi: “Tenere le auto accese al minimo nei pressi delle scuole è contro la legge – ha spiegato Rosamund Adoo-Kissi-Debrah, insegnante e avvocato tra le più attive sostenitrici del bando dei veicoli nei pressi delle scuole – Questo fenomeno andrebbe combattuto più seriamente: bisognerebbe dipingere doppie strisce gialle intorno alle scuole così che nessuno possa parcheggiarvi, mentre i consigli municipali dovrebbero progettare la chiusura delle strade limitrofe. Ogni genitore dovrebbe fare sentire la propria voce in aiuto dei propri figli”.

Nel 2014, il caso della piccola Ella, figlia di Rosamund Adoo-Kissi-Debrah deceduta a 9 anni a causa di complicazioni respiratorie dovute ai livelli di inquinamento atmosferico anomali nei pressi dell’abitazione di famiglia, a Lewisham, ha scosso l’opinione pubblica e rimesso al centro dell’attenzione pubblica la questione della salute dei bambini, soprattutto a scuola, dove passano buona parte della loro giornata.

 

>>Leggi anche ONU: l’inquinamento atmosferico causa una vittima ogni 5 secondi<<

 

“Abbiamo bisogno di un cambiamento radicale nella maniera in cui ci spostiamo – ha spiegato Xavier Brice, Ceo della Sustrans – Motori sempre accesi e strade trafficate avvelenano l’aria e i corpi dei nostri figli. I livelli di inquinamento atmosferico nei pressi delle scuole sono stati ignorati per troppo tempo”.

 

Il report dell’Azienda per la salute pubblica inglese identificava nel car pooling e nella creazione di parcheggi riservati alle auto elettriche oltre che a sanzioni severe per chi lascia la macchina accesa in attesa dell’entrata-uscita dei figli da scuola, alcune delle misure da adottare per abbattere i livelli di inquinamento nei dintorni dei plessi scolastici. Il 26% dei docenti intervistati da Sustrans ritiene che l’unica opzione possibile sia la totale chiusura delle strade su cui affacciano le scuole.

 

Ogni giorno, 1 bambino su 3 nel Regno Unito respira livelli nocivi d’inquinamento atmosferico che potrebbero danneggiare la loro salute e avere un impatto sul loro futuro – ha affermato Sophie Gallois, direttrice comunicazioni di Unicef ​​UK – Vietare i veicoli a motore al di fuori dei cancelli delle scuole ha il potenziale per fare davvero la differenza”.

 

>>Leggi anche Rischi ambientali, EEA: “Proteggere meglio cittadini più vulnerabili”<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *