• Articolo Londra, 25 novembre 2011
  • Presentata alla London Fashion Week

    Eco-couture, fashion ma con coscienza

  • Non sempre riciclare è solo sinonimo di un qualcosa di vecchio che viene rispolverato come dimostrato dalla collezione eco-fashion dello stilista Gary Harvey

(Rinnovabili.it) – “Fashion con coscienza”, il motto che ha ispirato la collezione di vestiti di alta moda dello stilista inglese Gary Harvey, realizzati interamente con materiale riciclato. Evocando la raffinata eleganza di abiti d’epoca, la collezione, presentata per la prima volta alla Estethica Exhibition della London Fashion Week del 2007, vuole lanciare un messaggio: gli abiti riciclati possono essere belli ed allo stesso tempo eco-sostenibili. Giunta ora alla sua seconda stagione di esibizione la collezione eco-fashion di Harvey oggi è totalmente ispirata alla sostenibilità, e prevede, tra gli altri, anche una serie di abiti da sposa. Obiettivo del designer cercare di cambiare la percezione della gente verso i capi di seconda mano, creando in loro una migliore coscienza ambientale. “Io credo che ognuno di noi può contribuire ad una rivoluzione etica del mondo della moda”, ha dichiarato lo stilista, “attraverso il reimpiego di tessuti e materie prime di scarto, si può fare ugualmente bene”. Ogni pezzo creato da Harvey è quindi un pezzo unico ed originale, come una delle sue ultime creazioni, realizzata con 30 copie riciclate del “Financial Times”, piegate ed fissate ad un corsetto e una gonna di tulle rosa salmone. Oppure il vestito creato riutilizzando 42 paia di jeans, Levi’s 501, tagliati e ricostruiti a creare un abito a più livelli con un corsetto ricavato da un giacchetto di jeans. Tra i vari materiali utilizzati dall’artista non mancano le buste impiegate nelle lavanderie, impermeabili, giacche militari e da baseball, gonne hawaiane, crema di seta e poliestere.