• Articolo Milano, 20 giugno 2012
  • I dati 2011 evidenziano un comparto efficiente

    Ecodom pubblica il Rapporto RAEE

  • Nel 2011 grazie ad Ecodom sono state raccolte 86.711 tonnellate di RAEE, recuperate 74.272 ton di materie prime seconde riciclate e risparmiate all’atmosfera 1,46 mln di ton di anidride carbonica

(Rinnovabili.it) – Sono stati pubblicati da Ecodom, Consorzio Italiano per il Recupero e Riciclaggio degli Elettrodomestici, i dati del Rapporto di Sostenibilità 2011.

I NUMERI DELLA RACCOLTA Nel documento viene evidenziato un sistema di raccolta e di gestione altamente migliorato rispetto agli anni passati, che nell’anno di riferimento è stato in grado di controllare e trattare 86.711 tonnellate di Rifiuti Elettrici ed Elettronici, equivalenti al 33,3% in termini di peso di tutti i RAEE raccolti in Italia. Di questi 42.199 tonnellate del Raggruppamento R1 (frigoriferi, congelatori, condizionatori) e 44.512 tonnellate del Raggruppamento R2 (lavatrici, lavastoviglie, forni, cappe, scalda-acqua), con una crescita del 6% rispetto al 2010.

IL RECUPERO DI MATERIE E ENERGIA E trattare i rifiuti significa anche recuperare le materie riciclabili per evitarne la perdita e riutilizzarle per nuovi prodotti. Dai RAEE raccolti sono infatti state ricavate 56.250 tonnellate di ferro, 6.992 tonnellate di plastiche, 2.065 tonnellate di alluminio e 1.596 tonnellate di rame, per un totale di 74.272 tonnellate di materie prime seconde riciclate, ovvero reinserite nei processi produttivi.

Dalla corretta gestione dei rifiuti oltre ad ottenere il recupero delle materie riutilizzabili nei processi produttivi si riesce a quantificare un risparmio energetico che nel 2011 è stato pari 158 milioni di kWh, risparmio che viene equiparato ai consumi domestici di circa 140mila persone, ovvero pari alla popolazione di una cittadina come Salerno. Grazie al trattamento dei RAEE così come gestito da Ecodom è stata evitata l’immissione in atmosfera di 1,46 milioni di tonnellate di anidride carbonica (CO2), risultati ottenuti mediante una ferrea politica di audit messa in piedi proprio dal consorzio per garantire il corretto recupero dei gas climalteranti dalle apparecchiature non più in uso.

ECODOM NEL SOCIALE Noto in Italia ma anche nel resto d’Europa il consorzio sta consolidando anno per anno la propria posizione di settore, anche con le istituzioni, cercando di dar vita e di condividere con altri attori iniziative di raccolta virtuosa dei RAEE. Dalla piena attuazione del decreto Uno contro Uno e dalla continua campagna informazione fino all recupero a domicilio dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche fino all’organizzazione di mostre fotografiche ed eventi di condivisione utilizzando il materiale raccolto grazie alla partecipazione di molti all’iniziatia RAEEporter (www.raeeporter.it), campagna organizzata grazie alla collaborazione di Legambiente.