• Articolo Rimini, 5 novembre 2012
  • In occasione di Ecomondo 2012

    Ecolamp aumenta i target di raccolta delle CFL

  • Ecolamp ha dichiarato di aver aumentato i propri target di recupero delle lampade a fluorescenza esauste del 15% mentre a livello nazionale il trend è cresciuto del 6%

(Rinnovabili.it) – Buone nuove da Ecolamp, che ha aumentato la raccolta di lampade fluorescenti a basso consumo (CFL) ormai esauste del 15%, mentre a livello nazionale le percentuali sono cresciute solo del 6%. I primi nove mesi del 2012 sono infatti serviti all’Italia per raccogliere 1.196 tonnellate di lampade fluorescenti esauste, ovvero 150 ton in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Buone quindi anche le attività del consorzio, che grazie alla collaborazione dei cittadini che si sono recati presso le 1.800 isole ecologiche di Ecolamp presenti sul territorio nazionale ha gestito 423 tonnellate di lampade, mentre le altre 772 arrivano dall’adesione delle aziende ai meccanismo del consorzio dedicato ai professionisti. Si tratta dell’iniziativa conosciuta come Extralamp, che prevede il ritiro e la consegna presso 35 Collection Point organizzati da Ecolamp per i professionisti del settore ai quali vanno ad aggiungersi 30 nuovi punti Grandi Centri riservati al ritiro e stoccaggio di lampade a basso consumo non più funzionanti del quale possono usufruire i professionisti che non hanno nelle vicinanze un Collection Point usufruendo di agevolazioni che consistono nel trasporto all’impianto e nel trattamento del materiale conferito in maniera gratuita.

 

“Prevediamo di arrivare a raccogliere, entro la fine dell’ anno, un totale di 1.200 tonnellate di lampade esauste dai soli canali professionali, che già a settembre 2012 evidenziavano un +25% – dichiara Fabrizio D’Amico, Direttore Generale di Ecolamp –  Il trend positivo che registra la raccolta delle sorgenti luminose, unico raggruppamento RAEE in crescita, e l’incidenza del comparto dei canali volontari Extralamp, Collection Point e Grandi Centri, confermano che l’impegno del Consorzio è stato fondamentale per la diffusione di comportamenti consapevoli e sostenibili nei pubblici professionali e non. Viene tuttavia da chiedersi per quale motivo ancora non si proceda a inserire la quota, consistente, di raccolta volontaria presso il canale professionale nella contabilità nazionale ufficiale, che registrava, ad agosto, un ben più contenuto ammontare di 672 tonnellate di lampadine”.


Ecomondo sarà inoltre l’occasione per ricordare il rinnovato impegno ambientale siglato con Legambiente, partnership che ha già dato luogo alla campagna informativa congiunta itinerante “Illumina il Riciclo”, che nel 2012 ha toccato 20 località italiane.

In occasione della Fiera sarà inoltre possibile utilizzare una bicicletta collegata ad una striscia luminosa che si accende con intensità variabile a seconda della forza messa nella pedalata, iniziativa battezzata “Bicicla, misura la tua passione per il RiCiclo”.