• Articolo Roma, 5 ottobre 2012
  • Un impegno che dalle isole arriva sino al nord Italia

    ECORegion: il software salva clima che funziona

  • Sfruttando un software per quantificare l’inquinamento prodotto da un comune si sta provvedendo all’abbattimento delle emissioni nocive studiando piani ad hoc

(Rinnovabili.it) – Raggiungere gli obiettivi europei del pacchetto 20-20-20 partendo dai Comuni. E’ questo ciò che l’Italia sta facendo secondo quanto emerge dall’analisi del software ECORegion ideato da Alleanza per il Clima (sezione italiana di Climate Alliance, rete europea di 1700 comuni attivi sul fronte delle politiche ambientali virtuose), per quantificare, monitorare e analizzare, singolarmente o in rete, le emissioni di CO2.

Strumento ufficiale per la quantificazione dell’impatto inquinante, riconosciuto anche dal Patto dei Sindaci, il programma permette ai Comuni di compilare i bilanci delle emissioni di anidride carbonica su base territoriale.

L’iniziativa, accolta da 160 realtà italiane, si sta rivelando fondamentale per la definizione di piani mirati per la riduzione delle emissioni che tengono conto dell’impatto di ogni singolo settore a seconda delle diverse realtà e che proprio per la loro completezza stanno aiutando le realtà amministrative ad elaborare Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (Paes) calibrato sulle esigenze e le caratteristiche del territorio.

Esempio virtuoso dell’utilizzo del software la Provincia di Sassari, dove 67 Comuni hanno adottato ECORegion per poi passare al territorio della Capitale, dove i 29 comuni coinvolti diventeranno 40 entro la fine dell’anno. Ma le eccellenze si snodano sull’intero territorio permettendo, attraverso l’analisi dei bilanci della CO2, di valutare lo stato di salute complessivo della penisola.