• Articolo Cannes , 17 maggio 2012
  • Nasce il protocollo europeo per la produzione di film “sostenibili”

    Edison Green Movie, la rivoluzione verde approda al cinema

  • Le case di produzione che sceglieranno di aderire al progetto verranno assistite nella riduzione delle emissioni dei film

(Rinnovabili.it) – E’ possibile portare nel cinema una migliore consapevolezza energetica ed una nuova attenzione all’impatto ambientale? Edison è convinta di sì. Per questo ha scelto un palcoscenico d’eccezione come quello offerto dal Film festival di Cannes per presentare Edison Green Movie, primo protocollo di certificazione europea per la produzione i film sostenibili. Il progetto è stato elaborato dall’azienda in collaborazione con la casa cinematografica Tempesta (che ne ha concepito l’idea) e la consulenza scientifica di AzzeroCO2 ed è specificatamente destinato alle case di produzione intenzionate a tenere sotto controllo il proprio peso ambientale.

Ma non si tratta solo di annullare le emissioni legate alla produzione di una determinata pellicola compensandole con crediti di CO2; Edison Green Movie mira a introdurre una vera rivoluzione sostenibile che vada a migliorare, ambientalmente parlando, tutto il microcosmo che ruota intorno al set. “Il set di un film – spiega Tempesta – è una carovana, un villaggio mobile, che mima e riproduce quasi tutto quello che avviene in una vera città. Sul set si mangia, si dipinge, si cuce, si produce energia, si costruisce e si distrugge, si bagna e si asciuga… Inventare un protocollo per un set cinematografico è come studiare l’impatto di un villaggio contemporaneo: diventa, scientificamente, un modello. E poi, sarà anche poco, ma se qualcuno non comincia, come possiamo aspettarci che ci provi un altro?”

Le case di produzione che sceglieranno di aderire al protocollo per minimizzare l’impatto dei propri film avranno a disposizione un team professionale che le assisterà nelle fasi di preparazione e durante le riprese affinchè imparino ad utilizzare le moderne tecnologie verdi (generatori euro5, kit fotovoltaici, illuminazione a LED, ecc.) ; inoltre con l’aiuto di alcuni fornitori convenzionati, verranno aumentate le performance ambientali di consumi energetici, trasporti di merci e persone, consumo di materiali, gestione dei rifiuti, catering e comunicazione.

E’ stato calcolato che se tutte le produzioni seguissero le indicazioni del protocollo (in Italia si stimano 5.880 giorni di riprese ogni anno) si realizzerebbe una riduzione delle emissioni pari a 1.120 tonnellate di CO2, equivalenti a quelle relative all’illuminazione pubblica annuale di un comune di oltre 10.000 abitanti o a 1.120 voli andata e ritorno Roma–Dakar. L’adesione al progetto prevede una valutazione finale: i film che avranno raggiunto i risultati fissati riceveranno l’attestato Edison Green Movie.