• Articolo Cracovia, 18 novembre 2011
  • Premiate sei aziende europee ambientalmente attive

    EMAS, sei aziende green premiate a Cracovia

  • Efficienza energetica, raccolta differenziata, trattamento delle acque reflue sono tra le pratiche che hanno permesso alle associazioni di vincere il premio dell’European Eco‑Management and Audit Scheme

(Rinnovabili.it) – “Le sfide ambientali che siamo chiamati ad affrontare riguardano tutti noi e richiedono un’azione comune. Mi congratulo con i vincitori e con tutti i candidati per il loro impegno a favore dell’ambiente. Spero che le loro soluzioni innovative e la partecipazione fattiva di diversi attori spronino altri a seguire il loro esempio.” Queste le parole pronunciate ieri a Cracovia da Janez Potočnik, commissario per l’ambiente,  in occasione della premiazione delle sei organizzazioni europee che si sono distinte per l’impegno ambientale dimostrato. Tra le 36 partecipanti all’EMAS (European Eco‑Management and Audit Scheme), un sistema di ecogestione e audit che agisce a livello europeo, le vincitrici  si sono distinte per aver portato avanti politiche energetiche e di rispetto ambientale riuscendo a coinvolgere più attori.

  • La Belvas Organic Chocolate (Belgio) si è distinta per aver organizzato un sistema di gestione dei rifiuti organici riutilizzandoli poi in un impianto di biometanizzazione oltre al recupero dell’energia utilizzata nei processi di produzione.
  • La Kneissler Brüniertechnik (Germania), piccola azienda familiare che premia i dipendenti e le proposte ambientalmente sostenibili che hanno portato all’adozione di un moderno metodo di gestione dei rifiuti che ha portato alla riduzione degli scarti del 90%
  • La Ebswien Hauptkläranlage (Austria): l’impianto viennese per il trattamento delle acque reflue si occupa anche di fornire materiale informativo ai visitatori sottolineando l’importanza della risorsa idrica come bene primario da non sprecare. Altro merito la consegna su rotaia delle merci: evitando il trasporto su gomma è stat evitata l’emissioni di 135 tonnellate di CO2.
  • La Eurobank EFG Bank (Grecia) contribuisce all’integrazione delle pratiche e dei principi dello sviluppo sostenibile nelle pratiche bancarie usufruendo dei dettami contenuti nell’iniziativa finanziaria del programma delle Nazioni Unite per l’ambiente di cui è partner.
  • Fritz‑Erler-Schule Pforzheim (Germania) la scuola tedesca ha meritato di vincere per aver inserito tra le attività scolastiche anche la gestione ambientale riducendo le emissioni degli edifici prodotte dal 1998 al 2009 del 35%.
  • Il Comune di Ravenna (Italia) è riuscito a coinvolgere i dipendenti in attività e strutture partecipative che permettono lo scambio delle informazioni per il miglioramento dell’efficienza ambientale ed energetica. Numerosi gli appalti pubblici fondati sull’acquisto di carta riciclata, di mobilio realizzato con legno certificato e le iniziative per l’efficentamento e il risparmio energetico che hanno portato ad una riduzione dei consumi giornalieri di acqua del 6%. Alle attività concernenti la raccolta differenziata dei rifiuti hanno invece partecipato in 13mila tra studenti e famiglie con ottimi risultati.