• Articolo Brasilia, 18 febbraio 2013
  • Un partito che ora ha bisogno di 500mila firme

    Il Brasile avrà un nuovo partito verde?

  • L’ex candidato premier Marina Silva ha presentato il nuovo partito verde. La Rete della Sostenibilità ora però ha bisogno dell’appoggio degli elettori per andare avanti

(Rinnovabili.it) – La politica brasiliana intensifica l’impegno a favore della protezione ambientale. A mettere in piedi una nuova strategia uno dei politici più influenti in Brasile, l’ex candidato premier del paese ed ex ministro dell’ambiente Marina Silva che ha lanciato un nuovo partito politico impegnandosi a proporre nuove politiche green. Silva, arrivata terza alle elezioni presidenziali del 2010, ha annunciato sabato la formazione della Rete di Sostenibilità, un partito politico nuovo e concentrato esclusivamente sulle tematiche ambientali che ora necessita dell’appoggio di almeno 500mila elettori che firmando la petizione renderanno il partito realtà.

 

Nonostante siano rilevati pochi dettagli sul nuovo schieramento l’ex ministro ha dichiarato di aver formato un nuovo partito non solo per presentarsi alle prossime elezioni ma per dare una nuova visione del mondo. Le previsioni indicano che il partito avrà un gran successo visto che sono numerosi gli attivisti nel paese impegnati nella lotta alla deforestazione oltre che nella riduzione degli effetti negativi del cambiamento climatico. Inoltre la Silva viene riconosciuta come l’autrice di numerose importanti riforme che hanno influito positivamente sulle condizioni della foresta amazzonica negli ultimi anni.