• Articolo Grenoble, 28 gennaio 2013
  • Uno studio pubblicato su The Cryosphere

    Il climate change colpisce i ghiacciai delle Ande

  • Secondo quanto dichiarato da un gruppo di scienziati i ghiacciai andini sarebbero diminuiti del 50% dal 1970 e prossimi alla scomparsa a causa del surriscaldamento del pianeta

(Rinnovabili.it) – Arriva da uno studio pubblicato sulla rivista The Cryosphere la conferma a quanto supposto da numerosi scienziati: i ghiacciai delle Ande dal 1970 a oggi si sono ridotti del 50%. Fonte vitale di acqua dolce per milioni di persone che abitano il Sud America, i ghiacciai sono al loro minimo storico da 300 anni a questa parte.

Lo scioglimento di questi agglomerati perenni di ghiaccio è una delle più temute conseguenze nefaste del cambiamento climatico e dell’innalzamento della temperatura di 0,7 gradi centigradi registrata nella zona negli ultimi 70 anni. I dati ottenuti dagli esperti però nascondo un’altra previsione preoccupante, ovvero la possibilità che possano scomparire a breve.

 

“Il ritiro dei ghiacciai nelle Ande tropicali nel corso degli ultimi tre decenni è senza precedenti”, ha detto Antoine Rabatel , autore principale dello studio e ricercatore presso il Laboratorio di Glaciologia e Geofisica dell’Ambiente di Grenoble, Francia. A scomparire sarebbero anche i piccoli ghiacciai, localizzati più a valle, dai quali le comunità locali ottengono l’acqua di cui hanno quotidianamente bisogno. “Questa è una grande preoccupazione perché una gran parte della popolazione vive nelle regioni aride a ovest delle Ande” , ha detto Rabatel.