• Articolo Giacarta, 3 aprile 2018
  • Indonesia: è stato d’emergenza dopo l’incidente petrolifero

  • Uno sversamento di petrolio nella baia di Balikpapan ha provocato un incendio causando la morte di 4 persone. E ora nell’area è emergenza sanitaria ed ambientale

incidente petrolifero

 

Ancora non si conosco le cause dell’incidente petrolifero nell’isola del Borneo

(Rinnovabili.it) – L’Indonesia dichiara lo stato d’emergenza per la città costiera Balikpapan, nell’isola di Borneo. Lo scorso 31 marzo sono iniziate le operazioni di contenimento di uno sversamento di petrolio, d’origine tuttora sconosciuta, nella baia cittadina. Ma ai primi interventi è seguito un incendio che ha causato la morte di quattro persone, un ferito grave e un disperso, complicando ulteriormente la messa in sicurezza della zona. E dopo tre giorni la marea nera ha già raggiunto un’area di 12 km quadrati nell’acque intorno alla città.

 

Le autorità hanno raccomandato cautela ai residenti nelle spiagge vicine al luogo dell’incidente petrolifero. “Abbiamo avvertito il pubblico di non svolgere attività che potrebbero scatenare ulteriori incendi”, spiega l’agenzia ambientale cittadina. Basterebbe infatti una sigaretta per mettere la popolazione in serio rischio. “Potrebbe sembrare una esagerazione, – ha dichiarato il sindaco di Balikpapan – ma lo stato della baia è paragonabile a quello di una stazione di benzina”.

 

>>Leggi anche Sversamenti di petrolio: premiata la barriera progettata dal Polito<<

 

La città ha distribuito maschere per proteggere i residenti dai fumi e dall’odore di carburante ma le autorità sanitarie nella reggenza di Penajam Paser Utara hanno riferito che circa 1.200 persone hanno lamentate nausea, difficoltà respiratorie e vomito durante il fine settimana.

 

La città di Balikpapan, nel Kalimantan orientale, è un importante centro minerario ed energetico e ospita una delle poche raffinerie di petrolio del Paese, struttura gestita dalla compagnia statale Pertamina. Dopo le prime ore d’emergenza, la società ha dichiarato di aver avviato le indagine per risalire all’origine dello sversamento, escludendo però una perdita dall’oleodotto sottomarino e qualsiasi responsabilità in merito. “In questo momento, il nostro team sta dando priorità alla gestione (dell’incidente)”, ha dichiarato Arya Dwi Paramita, responsabile delle comunicazioni esterne di Pertamina. Sulla base di test condotti dall’azienda su campioni di olio trovati nella baia, sembrerebbe che lo sversamento sia costituito da carburante marino e non da greggio. La polizia di Balikpapan continua a indagare.

 

>>Leggi anche Disastro ambientale in Ecuador: una piccola vittoria contro Chevron<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *