• Articolo Ginevra, 26 giugno 2012
  • Un rapporto della Certification International

    ISO 14001, la certificazione che piace a 250.000 imprese nel mondo

  • 250.000 organizzazioni certificate in 155 paesi. Questi i numeri del successo della procedura di valutazione ambientale delle imprese ISO 14001

(Rinnovabili.it) – Il numero delle società che hanno ottenuto la certificazione ambientale ISO 14001 è aumentato di quattro volte dal 2008, ha annunciato una società leader nella valutazione che ha provveduto a redigere un attento rapporto di valutazione dell’attuale situazione globale.

Certification International, che ha completato il documento, ha riferito infatti di aver notato la crescita registrata dall’inizio dell’anno, periodo durante il quale numerose aziende sono impegnate a soddisfare i requisiti di responsabilità ambientale e sociale. Emma Fawcett-Jones, manager della società, ha dichiarato che le aziende hanno dimostrato di essere desiderose di mettere in atto procedure a garanzia di prestazioni di valore ambientale integrate nei sistemi di gestione così da continuare a migliorare le prestazioni societarie. “In un mercato sempre più competitivo, essere visti come un’organizzazione attendibile è importante ed è un marchio di certificazione prezioso e distintivo”, ha aggiunto.

“Riteniamo che il significativo aumento della domanda di certificazione possa essere attribuito alla visione delle aziende dei vantaggi nell’essere conformi alle norme riconosciute a livello internazionale … sottoporsi al processo di valutazione e certificazione indipendente assicura che i prodotti, i servizi e i processi incontrino gli standard richiesti per il beneficio del personale e dei clienti “. L’ISO14001 è stata valutata come standard ambientale di maggior successo al mondo e attualmente ci sono 250.000 organizzazioni certificate in 155 paesi, tra cui numerose imprese ad alto profilo. Lo standard è attualmente in fase di revisione da parte della International Organization for Standardization (ISO), con la nuova versione che entrerò in vigore nel 2015 e in esecuzione in 2020.

Un sondaggio condotto intervistando oltre 1.600 professionisti dell’ambiente effettuato dall’Istituto di Gestione Ambientale e Valutazione (IEMA- Institute of Environmental Management and Assessment) in vista della prossima riunione ISO in Thailandia alla fine di questo mese, ha trovato il sostegno schiacciante a favore dell’obbligo di integrare le considerazioni ambientali nel processo decisionale strategico di ogni governo.