• Articolo Bruxelles, 12 aprile 2012
  • Un fondo aggiuntivo da 19 milioni di euro

    Isole del Pacifico: l’UE le protegge dal climate change

  • Le conseguenze del cambiamento climatico minacciano le isole del Pacifico. Per aiutare la popolazione e l’economia l’Europa istituisce un parternariato per la comunicazione

(Rinnovabili.it) – Gli effetti negativi del cambiamento climatici impattano sull’intero pianeta, ma hanno conseguenze più evidenti in alcune parti del globo. Tra le aree più minacciate le isole del Pacifico, dove l’innalzamento del livello delle acque potrebbe portare alla scomparsa di interi arcipelaghi, ostacolando lo sviluppo economico e la sopravvivenza delle popolazioni che vi abitano. In vista di tali problematiche l’Unione europea ha quindi deciso di rafforzare il partenariato per lo sviluppo della comunicazione tra Europa e Pacifico. Dalla comunicazione dovrebbe scaturire una maggiore attenzione nei confronti delle criticità e delle problematiche che l’innalzamento della temperatura sta portando in queste isole cercando, con la consapevolezza, di istituire meccanismi e programmi di prevenzione e di supporto elencati nel documento redatto e nella speranza di migliorare anche il coordinamento climatico a livello internazionale.

”La presente comunicazione congiunta evidenzia il valore aggiunto che portiamo in quanto partner politico e di sviluppo per la regione del Pacifico. Vogliamo andare oltre il nostro tradizionale rapporto donatore-beneficiario, e sviluppare un partenariato più ampio, che può affrontare con successo questioni di importanza globale come il cambiamento climatico” ha dichiarato il vice presidente della Commissione e co-autrice del rapporto, Catherine Ashton.

“Le isole del Pacifico sono le prime vittime del cambiamento climatico, il che ostacola il loro sviluppo e minaccia la vita delle persone. – ha specificato Andris Pieblags, Commissario europeo allo sviluppo – In quanto più grande sostenitore, l’UE sta prendendo atto delle sue responsabilità globali e continuerà a esprimere la propria solidarietà ai cittadini poveri e vulnerabili di queste piccole isole. Intendo pertanto dedicare un supplemento di 19 milioni di euro per aiutarli ad adattarsi meglio alle sfide del riscaldamento globale. La presente comunicazione congiunta definisce un nuovo approccio nella fornitura di aiuti; è fatto su misura per le esigenze specifiche della regione, che indirizzerà il nostro lavoro per sradicare la povertà nella regione che siano ancora più efficaci – portando benefici a tutti i cittadini”.