• Articolo Marsiglia , 13 marzo 2012
  • Miliardi di finanziamenti per salvare l'oro blu

    La BEI al Forum Mondiale dell’Acqua

  • Proteggere la risorsa e promuoverne l’uso razionale. La BEI al Forum di Marsiglia fa il punto della situazione presentando gli obiettivi strategici futuri

(Rinnovabili.it) – La Banca Europea per gli Investimenti, partecipando al Forum Mondiale dell’Acqua in svolgimento a Marsiglia, ha ricordato il proprio impegno finanziario a carico dei 27 stati membri tradottosi nel tempo in numerosi interventi a favore della protezione e della gestione razionale della risorsa.

Negli ultimi cinque anni, la BEI ha investito oltre 16 miliardi di euro nei 141 progetti per il miglioramento dell’accesso all’acqua potabile, della raccolta e del trattamento delle acque reflue, per la gestione razionale delle risorse idriche con particolare attenzione all’adattamento ai cambiamenti climatici a cui è andata una somma superiore al miliardo di euro, per la purificazione delle risorse, lo sfruttamento di risorse non convenzionali (dissalazione dell’acqua di mare, il riutilizzo delle acque reflue trattate), la prevenzione dalle catastrofi naturali e la riabilitazione risorse dopo tali catastrofi.

La BEI ha inserito gli interventi a salvaguardia dell’oro blu nell’agenda di progetti di salvaguardia dell’ambiente e di lotta al cambiamento climatico seguendo gli obiettivi fissati dalla Commissione europea sui cambiamenti climatici e sulla crescita inclusiva e sostenibile.

Al di fuori dell’UE, la BEI ha stanziato oltre 2 miliardi di dollari nel periodo compreso tra il 2007 e il 2011 per gli investimenti a copertura della gestione delle risorse idriche e dell’adattamento ai cambiamenti climatici nel Mediterraneo del Sud e dell’Est, nei paesi ACP (Africa, Caraibi e Pacifico), nell’Europa dell’Est, in America Latina e in Asia.

Durante il Forum, la BEI sarà presente con la più alta rappresentanza di esperti e con le sue divisioni operative, per partecipare a tre dibattiti che verteranno su Acqua e sviluppo urbano analizzando la rapida crescita demografica e il conseguente aumento della domanda di cibo e acqua. Un altro incontro sarà finalizzato all’analisi della tematica Acqua e adattamento ai cambiamenti climatici durante il quale si discuterà su come gestire e migliorare l’impiego, la conservazione e l’accesso alla risorsa e ultimo ma non meno importante evento, il convegno La valutazione delle risorse non convenzionali durante il quale gli esperti valuteranno le potenzialità dell’impiego delle acque reflue per l’irrigazione delle colture, per l’industria focalizzandosi principalmente sulla desanilizzazione dell’acqua di mare. Per meglio affrontare tale argomento la BEI è entrata a far parte del movimento internazionale di solidarietà per il popolo palestinese a Gaza, territorio di un ambizioso progetto per la costruzione di un impianto di desalinizzazione dell’acqua di mare con una capacità stimata di 100 milioni di metri cubi per portare acqua potabile a più di un milione e mezzo di persone. Inoltre, la BEI presenterà al Forum mondiale dell’acqua, a fianco dei suoi partner del Centro di Marsiglia per l’integrazione (CMI), diversi studi di cui la Banca è co-autore con l’UNEP (Blue Plan), l’AFD e la Banca mondiale: il rapporto verterà sul riutilizzo delle acque reflue trattate, sul costo del degrado ambientale e sulla crescita verde nel Mediterraneo.