• Articolo Ankara, 28 giugno 2012
  • La BEI collabora con 4 banche turche

    La BEI investe nella “smart growth” turca

  • Parte del fondo BEI verrà impiegato per risollevare le piccole e medie imprese mentre un’altra tranche servirà per adeguare la rete idrica e per il trattamento dei rifiuti solidi

(Rinnovabili.it) – La Banca europea per gli Investimenti (BEI) ha stanziato un fondo da 475 milioni di euro per rafforzare la posizione di piccole e medie imprese e per la lotta al cambiamento climatico. I contratti, firmati stamane ad Ankara con quattro delle principali banche turche, hanno soddisfatto le aspettative del Vicepresidente della BEI Pim van Ballekom, che ha commentato “Come nuovo Vicepresidente della BEI responsabile per la Turchia, sono particolarmente lieto di annunciare che il nostro sostegno alla crescita intelligente della Turchia rimane stabile e forte. Nel 2011 abbiamo raggiunto un totale di 2 miliardi di euro per 19 progetti in Turchia in settori chiave per lo sviluppo del paese e per la sua prosperità. Sostenere la crescita intelligente in Turchia è la quintessenza della nostra politica di finanziamento. Oggi firmiamo un ulteriore pacchetto di 475 milioni di euro in prestiti per l’imprenditorialità e il cambiamento climatico nel Paese, in collaborazione con quattro importanti banche turche”.

Oltre ai 325 milioni di euro destinati alle piccole e medie imprese una quota del finanziamento, pari a circa 150 milioni, verrà impiegato per investimenti comunali nel settore idrico e dei rifiuti solidi in tutta la Turchia. Nel corso degli ultimi anni la BEI ha già sostenuto progetti su larga scala riguardanti il settore idrico e il trasporto urbano tuttavia, l’impegno attuale è anche a favore delle realtà minori, per creare una rete capillare che raggiunga anche le aree meno popolose.