• Articolo Bruxelles, 26 novembre 2012
  • L'ultimo ampliamento riguarda venti Stati membri

    La rete Natura 2000 cresce di 25mila km2

  • La Commissione Ue ha approvato l’inclusione di 235 nuove zone proposte dagli Stati membri per il riconoscimento come “Siti di importanza unionale”

(Rinnovabili.it) – “E’ un gran giorno per la natura in Europa”. Cosi Bruxelles festeggia il nuovo ampliamento di Natura 2000, la rete di zone protette istituita per conservare il patrimonio naturale del Vecchio Continente. La Commissione europea, infatti, ha oggi approvato formalmente  l’inclusione di 235 nuovi siti fra quelli proposti dagli Stati membri, aggiungendo così al suo network altri 25mila km2 di zone speciali di conservazione e protezione, per un totale di 295mila km2 tra terra e mare.

 

Il riconoscimento da parte dell’esecutivo di queste aree come “Siti di importanza unionale”, impegna ora le nazioni ad attuare precise misure di tutela nei sei anni successivi all’identificazione. L’ultimo ampliamento riguarda venti Stati membri e interessa tutte le nove regioni biogeografiche della rete, ossia le regioni alpina, atlantica, del Mar Nero, boreale, continentale, macaronesica, mediterranea, pannonica e steppica.

 

“Mi congratulo con questi Stati membri per un altro contributo importante alla protezione del patrimonio naturale dell’Europa – ha dichiarato Janez Potočnik, Commissario europeo per l’Ambiente La rete Natura 2000 costituisce la spina dorsale dei nostri sforzi per proteggere l’ambiente naturale e ed è di vitale importanza per la tutela della biodiversità. Oltre ad offrire spazi interessanti da esplorare e in cui ricrearsi la rete Natura 2000 apre ampie opportunità di sviluppare nuove attività economiche basate su questo prezioso patrimonio naturale. La sua espansione è quindi molto positiva per la natura e per noi.”