• Articolo Torino, 8 ottobre 2012
  • La spesa della provincia di Torino è sempre più verde

  • Rese note oggi, dall’amministrazione provinciale, le cifre degli acquisti ecologici effettuati nel 2011

3 milioni e mezzo di euro: a tanto ammonta la spesa per acquisti ecologici della Provincia di Torino nel 2011. Al primo posto spicca il milione e 438mila euro della categoria “costruzione e ristrutturazione edifici”: hanno concorso a formare tale cifra gli interventi di ottimizzazione energetica nelle scuole e nelle varie sedi dell’Ente, l’installazione di caldaie a condensazione e la ristrutturazione della palestra della succursale del Liceo Cattaneo di Torino. Per i servizi di pulizia sono stati spesi oltre 974mila euro, per l’acquisto di mobili per ufficio 563mila euro, per le attrezzature informatiche 287mila euro e per gli alimenti e i servizi di ristorazione 247mile euro.

 

“È molto importante tener conto, oltre che dell’imponenza delle cifre totali, della percentuale di spesa verde rispetto alla spesa totale della categoria” sottolinea l’assessore all’Ambiente della Provincia di Torino Roberto Ronco. “Per le pulizie, le attrezzature informatiche e la ristorazione siamo al 100%, il che vuol dire che tutto quello che spendiamo per questi beni e servizi va in acquisti verdi. Ma sono percentuali davvero ragguardevoli anche il 90% di spesa ecologica nell’edilizia e il 97% nel mobilio per gli uffici”.
Tra le altre categorie figurano gli stampati e la carta per copie (104mila euro, 100% di spesa verde nella categoria).
Il progetto Acquisti pubblici ecologici – APE è stato varato dalla Provincia di Torino, in collaborazione con Arpa Piemonte, nel 2003. L’obiettivo, definito sia nell’Agenda 21 provinciale sia nel Piano strategico provinciale per la sostenibilità, è quello di promuovere la diffusione di prodotti e metodi di produzione improntati a criteri ecologici. A oggi la rete di soggetti che aderiscono al progetto APE consiste di 46 soggetti: Arpa, Comuni e Comunità montane, istituti scolastici, enti parco, aziende e consorzi di servizi pubblici, agenzie per lo sviluppo del territorio, associazioni culturali e ambientali, il presidio sanitario del Gradenigo, la Camera di Commercio di Torino, il Politecnico e la SCR, Società di committenza regionale.
Il volume di spesa verde della rete Ape nel 2010 ha raggiunto i 77 milioni di euro.