• Articolo Lussemburgo, 21 dicembre 2012
  • Un prestito da 300 mln di euro

    La Turchia ottiene un finanziamento per combattere il climate change

  • Continua il sostegno della Banca per gli Investimenti alla Turchia, per difendere il paese dalle inondazioni e proteggere le infrastrutture idriche ed energetiche

(Rinnovabili.it) – La Banca europea per gli Investimenti ha accordato un nuovo finanziamento alla Turchia assegnando 300 milioni di euro che serviranno per combattere il cambiamento climatico e per rafforzare le piccole e medie imprese (PMI) ma anche le aziende di medie dimensioni.

Firmato a Lussemburgo l’accordo, secondo quanto dichiarato da Pim van Ballekom rafforza la collaborazione tra Ue e Turchia. “Oggi, stiamo firmando un pacchetto di 300 milioni di euro di prestiti per l’imprenditorialità e l’azione per il clima nel paese. […] Stiamo firmando la seconda operazione in Turchia per sostenere gli sforzi del paese per adattarsi agli effetti del cambiamento climatico, in particolare rafforzando ulteriormente il suo prevenzione delle inondazioni e la protezione delle infrastrutture”.

 

Del totale 100 milioni di euro sono stati stanziati a sostegno di un programma di investimenti per finanziare la prevenzione dalle inondazioni e la protezione delle grandi opere idrauliche dello stato.

Un ulteriore 200 milioni di euro per Vakifbank sotto forma di una linea di credito per il finanziamento di investimenti di piccole e medie imprese da parte delle PMI e mid-cap imprese soprattutto nei settori di produzione, commercio e servizi, contribuendo in tal modo allo sviluppo economico del paese e di posti di lavoro creazione.