• Articolo Copenhagen, 4 settembre 2012
  • Mappe interattive per 500 città europee

    L’AEA evidenzia la vulnerabilità delle città europee

  • Valutando la superficie delle aree verdi, la densità demografica e altri fattori sensibili l’AEA ha disegnato la mappa che mette in evidenza le città a rischio cambiamento climatico

(Rinnovabili.it) – Quanto è vulnerabile ai cambiamenti climatici la città in cui viviamo? A seconda della posizione geografica le città europee saranno sottoposte ad impatti diversi e dovranno essere studiati singoli piani di adattamento, di contrasto e di protezione dalle condizioni avverse determinate principalmente dall’innalzamento della temperatura globale. A mettere in allerta l’Europa l’Agenzia Europea per l’Ambiente che ha redatto una serie di mappe interattive altamente dettagliate consentendo agli utenti di esplorare le condizioni di oltre 500 città europee. Il cambiamento climatico, ha rivelato l’Agenzia, dovrebbe aumentare la frequenza e l’intensità delle piene e degli eventi meteorologici estremi in molte parti d’Europa. Salendo, il livello dei mari e dei fiumi potrebbe sommergere e danneggiare intere città, ognuna con piani di gestione delle emergenze differenti e con rischi che vanno calcolati a seconda della morfologia e della posizione geografica. Il rapporto recentemente pubblicato dall’AEA adattamento urbano ai cambiamenti climatici in Europa fornisce risposte alle numerose domande poste dando la possibilità ai cittadini di verificare quali sia la condizione della realtà in cui vivono e i relativi piani o progetto di adattamento in caso di emergenza.

Tra gli aspetti evidenziati la reazione delle città ad ondate di calore tenendo conto della presenza di aree verdi, che notoriamente aiutano a raffreddare la temperatura, passando alla produzione di calore artificiale generato dalle attività commerciale e alla produzione industriale, senza dimenticare l’importanza della presenza demografica etc.