• Articolo Roma, 24 maggio 2012
  • Nuovo testo unificato adottato dalla Camera

    e-Mobility, il progetto di legge ha la copertura finanziaria

  • Bergamini: “utilizzeremo un fondo speciale del Ministero dell’Ambiente”. Emendamenti entro il 31 maggio, a giugno la discussione in Aula

(Rinnovabili.it) – Novità in tema di incentivi alla mobilità elettrica. Il provvedimento che riunisce in un unico testo le proposte C. 2844 Lulli, C. 3553 Ghiglia e C. 3773 Scalera ha compiuto un importante passo avanti. Come spiega oggi Deborah Bergamini (PdL), in Commissione trasporti alla Camera sono state apportate alcune modifiche al progetto di legge che permetteranno così d’accedere ad un  fondo speciale del Ministero dell’Ambiente per la copertura finanziaria. Si riaccende in  tal modo un discorso di cui si erano, mediaticamente parlando, perse le tracce lo scorso luglio, quando per l’appunto le differenti proposte sugli incentivi alle e-car erano state riunite in testo unico.

“Adesso, però,  – spiega Bergamini – abbiamo un nuovo progetto di legge e contiamo di procedere speditamente: gli emendamenti entro il 31 di questo mese, e poi in Aula”.

La nuova copertura ha implicato infatti una sensibile modifica nelle disposizioni di spesa come si evince dall’articolo 15:“Agli oneri derivanti dagli articoli 9, comma 1, e 13, comma 1, pari complessivamente a 140 milioni di euro, per ciascuno degli anni 2013, 2014 e 2015, si provvede mediante corrispondente riduzione delle proiezioni, per gli anni 2013 e 2014, dello stanziamento del fondo speciale di conto capitale iscritto, ai fini del bilancio triennale 2012-2014, nell’ambito del programma «Fondi di riserva e speciali» della missione «Fondi da ripartire» dello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno 2012, allo scopo parzialmente utilizzando l’accantonamento relativo al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare”.