• Articolo Washington, 9 marzo 2012
  • Obama promuove green tech e energie rinnovabili

    Obama stimola la diffusione di veicoli ed energie green

  • Un doppio impegno green quello del presidente Obama che ha annunciato nuovi piani di sviluppo a favore di enenrgie rinnovabili e veicoli ad alimentazione alternativa alla fossile

(Rinnovabili.it) – Energie rinnovabili e veicoli ad alimentazione alternativa. Il presidente Usa richiama nuovamente l’attenzione sull’importanza della diffusione delle green energy come meccanismo essenziale per lo sviluppo di una economia solida e a basso impatto ambientale. Visitando il North Carolina Obama ha ribadito la necessità per lo stato di abbandonare il “carburante del passato” riferendosi al petrolio, annunciando un piano di diffusione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile.

“Abbiamo avuto modo di sviluppare ogni fonte di energia americana, non solo petrolio e gas, ma la potenza eolica e solare, l’energia nucleare, i biocarburanti. Abbiamo bisogno di investire nella tecnologia che ci consentirà di usare meno petrolio nelle nostre auto e per i nostri camion, nei nostri edifici, nelle nostre fabbriche. Questa è l’unica soluzione alla sfida, perché, nel momento in cui inizieremo a usare meno petrolio, e quindi ad abbassare la domanda, i prezzi scenderanno”, ha detto il presidente ai lavoratori della centrale di produzione Daimler Trucks in Mount Holly, Carolina del Nord.

In periodo di campagne elettorali Obama torna quindi alla carica e, nel discorso tenuto mercoledì, ha annunciato nuovo piano di sviluppo, il National Community Deployment Challenge che, favorendo le green tech allontanerà il paese dalla dipendenza dal petrolio. A sostegno di un futuro più sostenibile, anche la volontà del presidente Usa di incentivare la vendita e l’utilizzo di mezzi di trasporto a combustibile alternativo, tra cui veicoli ad idrogeno e a gas.

Il piano, che rientra nel più ampio progetto del valore di un miliardo di dollari nato per favorire lo sfruttamento di gas naturale e carburanti alternativi, continuerà a stimolare anche la vendita di automobili elettriche plug-in attraverso meccanismi di incentivazione destinati a privati e ad imprese.

Per questo il presidente ha annunciato l’intenzione di aumentare il credito fiscale per l’acquisto di una nuova auto ecologica portandolo a 7.500-10.000 dollari, e destinando il contributo ad una più ampia alternativa di veicoli. Ad oggi infatti a beneficiare dei sistemi di incentivazione sono esclusivamente i veicoli plug-in. “Questa è una buona notizia per qualsiasi produttore che stia ampliando il portafoglio [di veicoli a combustibile alternativo]”, ha dichiarato John Hanson, portavoce di Toyota.