• Articolo Goteborg, 16 maggio 2012
  • Una tre giorni di eventi, manifestazioni e congressi

    L’Europa festeggia la Giornata dei Mari e degli Oceani

  • Si celebrerà dal 20 maggio per tre giorni l’evento dedicato ai mari e agli oceani che avrà inizio da Goteborg con la European Maritime Day Conference

(Rinnovabili.it) – Si celebrerà il prossimo 20 maggio la Giornata europea dei Mari e degli Oceani. Gli eventi organizzati dagli Stati Membri gireranno intorno all’iniziativa principale, la European Maritime Day Conference che quest’anno si svolgerà a Goteborg, in Svezia, il 21  e 22 maggio con la prevista partecipazione di oltre mille esperti.  Il tema della conferenza di quest’anno è: “Crescita sostenibile degli oceani, dei mari e coste: crescita blu”. Dove ‘La crescita Blu’ è il pilastro economico della politica marittima integrata dell’UE il cui obiettivo principale è il sostegno per la crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro nell’economia marittima. Questo obiettivo potrebbe essere raggiunto attraverso un ulteriore sviluppo sostenibile dei settori marittimi dell’economia europea. L’Europa vanta infatti l’economia marittima più sviluppata rispetto a tutti gli altri continenti pronta per sfruttare una quota importante del potenziale di oceani, mari e coste a vantaggio dei cittadini e della società nel suo complesso.

Ogni anno le parti interessate, che fanno capo a numerosi diversi settori marittimi, partecipano all’evento per discutere le opportunità di settore e le side che interessano le regioni marittime di tutta Europa partendo dal turismo fino alla pesca passando per i trasporti marittimi e il cambiamento climatico.

A tal proposito il Commissario per gli affari marittimi e la pesca, Maria Damanaki, si unirà ai ministri svedesi e alle altre personalità europee, in occasione della Conferenza in programma per il 21 maggio.

TRE GIORNI DI EVENTI Gli incontri avranno inizio domenica 20 maggio nella città di Goteborg, dove eventi in riva ai fiumi e sulle banchine cercheranno di valorizzare l’importante ruolo dei corsi d’acqua, della ricerca marina, la criticità degli effetti del cambiamento climatico e dei casi di inquinamento sul traffico marittimo e sulla pesca sottolineando l’importanza di mari e oceani come fonte energetica rinnovabile, in grado di favorire la diffusione dell’energia prodotta dal moto ondoso e dalle maree oltre che dagli impianti eolici off-shore.