• Articolo Bruxelles, 19 dicembre 2012
  • Una strategia studiata per lo sviluppo dei due paesi

    L’Ue assegna a cechi e ungheresi quote di emissione gratuite

  • Quote di assegnazioni gratis alla Repubblica ceca e all’Ungheria consentiranno ai due paesi di ristrutturare e modernizzare i rispettivi sistemi energetici

(Rinnovabili.it) – La Commissione europea ha autorizzato l’assegnazione transitoria gratuita di quote di emissione di gas serra per consentire lo sviluppo e l’ammodernamento del settore elettrico ceco e ungherese. L’assegnazione, in linea con le norme sugli aiuti di Stato, di 1,878 milioni di euro alla Repubblica ceca e di 56 milioni all’Ungheria servirà a modernizzare le infrastrutture di produzione, a diversificare il mix energetico e a costruire nuovi impianti. Tutto questo contribuirà alla liberalizzazione dei mercati, alla riduzione delle emissioni di gas serra e ad aumentare la sicurezza degli approvvigionamenti in linea con gli obiettivi comunitari.

 

Joaquín Almunia, vicepresidente della Commissione responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato: ” Gli investimenti previsti nei piani cechi e ungheresi consentiranno agli Stati membri di diversificare le fonti per la produzione di energia elettrica e di contribuire allo sviluppo dei mercati nazionali dell’energia. Allo stesso tempo, i regimi contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi europei per il 2020, riducendo le emissioni di gas a effetto serra.”