• Articolo Akron, 26 luglio 2012
  • L’eco-gomma vegetale potrebbe raggiungere il mercato nel 2015

    Lunga vita al pneumatico di soia

  • La Goodyear ha annunciato d’aver realizzato un copertone che promette di ridurre la quantità di petrolio richiesto nella produzione e prolunga la durata del battistrada

(Rinnovabili.it) – Aiutare ambiente e tasche dei consumatori allo stesso tempo. Questo l’obiettivo che il nuovo progetto della Goodyear Tire & Rubber Company raggiungerà una volta che l’eco-penumatico in soia sarà lanciato sul mercato. I ricercatori del Centro Innovazione della società hanno scoperto che l’impiego dell’olio di questo legume nella fabbricazione delle gomme per auto ha la potenzialità di aumentare la durata del battistrada del 10 per cento e ridurre l’uso dei derivati del petrolio fino a 26 milioni di litri ogni anno.

Inoltre, durante  i test di collaudo, la soia si è rivelata un materiale migliore al fine dell’efficienza della catena produttiva; si è scoperto infatti che i composti di gomma a base di olio di soia si miscelano più facilmente con la silice usata nella realizzazione dei pneumatici. Di conseguenza si può in tal modo migliorare l’efficienza degli impianti e ridurre il consumo energetico e le emissioni di gas serra. I primi prototipi  saranno testati dal’azienda a San Angelo, Texas, nei prossimi mesi. Se gli indicatori rimarranno positivi, Goodyear si ripromette di lanciarli sul mercato già nel 2015. Lo United Soybean Board (USB), che sta aiutando a finanziare il progetto Goodyear con una sovvenzione di 500 mila dollari, è particolarmente soddisfatto dei primi risultati. “Ci congratuliamo per l’impegno dimostrato. L’USB e i coltivatori di soia americani  sono entusiasti di sostenere Goodyear in questo sforzo per fornire ai consumatori prodotti eco-compatibili ed economici”.