• Articolo Santiago del Cile, 6 febbraio 2012
  • Furto di ghiaccio millenario per fare i cocktail

    L’uomo che (de)rubò i ghiacciai

  • Arrestato un uomo per aver rubato 5 tonnellate di ghiaccio dal Jorge Montt uno dei ghiacciai più sensibili nei confronti del global warming

(Rinnovabili.it) – Della serie strano ma vero, in Cile un uomo è stato arrestato per aver tentato di rubare oltre 5 tonnellate di ghiaccio, proveniente dal ghiacciaio Jorge Montt, parte del Bernardo O’Higgins National Park. L’arresto è avvenuto dopo che la polizia ha intercettato il suo camion frigorifero, diretto verso Santiago, che conteneva al proprio interno “refurtiva” per un valore stimato di 3 milioni di pesos cileni, circa 6.100 dollari americani.

Il movente? Stando ai media locali il “bottino” sarebbe stato rivenduto a bar e ristoranti della capitale, semplicemente per la preparazione di cocktail e bevande fredde. Il fatto, che già di per sè ha dell’incredibile, ha allarmato scienziati ed associazioni ambientaliste che chiedono ora che il ladro venga incriminato per reato ‘contro il patrimonio culturale’ del Paese. Il ghiacciaio Jorge Montt infatti è già salito agli onori della cronaca scientifica come uno dei simboli più evidenti del global warming: si sta sciogliendo a una velocità di un chilometro l’anno.