• Articolo Washington, 7 ottobre 2011
  • Dopo il grave incidente petrolifero

    Una Task Force per il rinascita ambientale del Golfo del Messico

  • Cinque Stati della regione, e ben 11 agenzie federali, hanno unito le loro forze nell’intento di ripristinare l’ecosistema locale e porre rimedio ad una cattiva gestione delle comunità costiere.

(Rinnovabili.it) – Continua l’impegno dell’amministrazione Obama per il ripristino ambientale della regione del Golfo del Messico. Nell’intento di salvaguardare, ma soprattutto di ripristinare le risorse naturali della regione, messe a rischio dal grave incidente petrolifero dello scorso anno, 5 Stati del Golfo e 11 agenzie federali, tra cui L’Environmental Protection Agency (EPA), hanno dato vita ad una Task Force. “Anche prima della fuoriuscita di petrolio dello scorso anno, il Golfo del Messico ha dovuto sopportare decenni di declino minacciando la salute ambientale ed economica di questa regione. Questa strategia è intesa a preparare la regione verso un lungo periodo di recupero, che supporti l’ecosistema locale e le persone che dipendono da esso”, ha dichiarato l’ Amministratore dell’EPA Lisa P. Jackson. La Task Force avrà il compito di identificare le questioni critiche, come la gestione dei fiumi e l’impiego di sedimenti degradati, da superare per procedere con gli sforzi necessari al restauro e alla protezione dello stato della Louisiana, e non solo. Nell’intento di iniziare un’inversione di marcia nei confronti di 80 anni di cattiva gestione la strategia preliminare si concentrerà sull’arresto della perdita delle zone umide e su barriere di sabbia e spiagge, in quanto habitat fondamentali per una vasta gamma di pesci ed altre specie animali; inoltre la task force cercherà di ridurre il flusso di nutrienti nel Golfo e migliorare la qualità della vita delle comunità costiere. Verranno inoltre riviste tutte quelle politiche e regolamentazioni attuali che rallentano il processo di restauro. “Questa relazione è un primo passo importante per muoversi verso una strategia proattiva, come riconosciuto anche attraverso l’attuazione del piano costiero dello stato. C’è ancora molto lavoro da fare e ci auguriamo di poter continuare a lavorare per stabilizzare definitivamente le nostre aree costiere e proteggere le comunità del Golfo”, ha sottolineato Garret Graves, vicepresidente della Task Forcee presidente del Coastal Protection and Restoration Authority of Louisiana.