• Articolo Bruxelles, 2 ottobre 2012
  • Venduti ben 200 milioni permessi di emissione

    NER300: la BEI completa la prima vendita

  • Non si conosce ancora l’importo esatto delle risorse finanziarie ma, secondo le stime di Bruxelles, dovrebbe aggirarsi tra 1,3 e 1,5 miliardi di euro

(Rinnovabili.it) – La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha completato con successo il primo round di vendite di quote di carbonio nell’ambito di NER300, il programma europeo di co-finanziamento di progetti low carbon. L’Istituto finanziario fa sapere di aver chiuso il conteggio e che dal mese di dicembre 2011 ad agosto 2012, sono stati venduti ben 200 milioni permessi di emissione, accantonati nella riserva nuovi entranti dell’Emission Trading System (ETS) comunitario.

Il ricavato sarà destinano al sostegno economico di una serie di progetti nell’ambito delle energie rinnovabili e della cattura e stoccaggio della CO2 industriale; la Commissione Europea ha stilato il primo elenco provvisorio delle proposte selezionati chiedendo formalmente agli Stati membri interessati di confermare la volontà di portare a termine queste iniziative e in cui l’Italia rientra con tre progetti. Parliamo dello “Zero Emission Porto Tolle” e di “Archetype 30+” (impianto termodinamico stand alone) entrambi a firma Enel e della centrale sperimentale per la produzione di biocarburanti di seconda generazione che sarà realizzata dalla società Bio Prodotti. Le vendite della seconda tranche dovrebbero essere completate entro la fine del 2013. Non si conosce ancora l’importo esatto delle risorse finanziarie ma secondo le stime di Bruxelles dovrebbe aggirarsi tra 1,3 e 1,5 miliardi di euro.