• Articolo Parma, 6 agosto 2012
  • Progetto dell’Associazione comuni virtuosi e dell’amministrazione di Colorno (PR)

    Nove mosse per divenire un “Comune Leggero”

  • Eco-scuola, promozione del consumo consapevole dell’acqua, condomini ricicloni. Queste e altre misure possono alleggerire il peso di una città. E il comune di Colorno si lancia nell’impresa

(Rinnovabili.it) – Nove azioni per ridurre l’impronta ecologica comunale, nove mosse per divenire una città “a prova di rifiuto”. In questa particolare sfida si è lanciato Colorno, comune in provincia di Parma che insieme all’Associazione dei Comuni Virtuosi, ha realizzato il progetto “Comune leggero”.

L’iniziativa, che verrà formalizzata con l’approvazione della Giunta il prossimo giovedì, prevede di raccogliere i frutti di quanto già avviato dall’amministrazione locale in questi anni arricchendolo con nuove iniziative orientate alla sostenibilità. Mettendo al centro stesso del progetto il concetto di rifiuto come risorsa economica, Comune Leggero detta le “regole”  per favorire una maggiore consapevolezza e sensibilità della comunità locale sulle tematiche della raccolta, della riduzione, del recupero, e del riuso di ciò normalmente viene gettato.

Promosso e condotto dagli assessorati all’Ambiente e ai Servizi Pubblici del Comune di Colorno, in collaborazione con l’assessorato alla Pubblica Istruzione, l’iniziativa mira a coinvolgere cittadini, negoziati, istituti scolastici e tutti i soggetti interessati a rendersi protagonisti del cambiamento. Un cambiamento che può passare attraverso la riconversione della propria attività commerciali in un Negozio Leggero, la promozione del consumo consapevole dell’acqua o la scelta di impegnarsi come condomino nel massimizzare la raccolta differenziata (Condomini Leggeri). Queste a altre misure verranno monitorate (anche in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Colorno) durante tutta la durata del progetto e a maggio 2013, saranno resi noti i risultati complessivi delle azioni messe in campo (persone coinvolte, riduzione rifiuti ottenuta, , benefici economici, ecc.).