• Articolo Bruxelles, 21 maggio 2013
  • Una proposta adottata

    Estrazioni offshore: l’Europa accetta la proposta di normativa

  • Maggiore attenzione all’ambiente e alla sicurezza nella nuova direttiva che regolamenta le estrazioni di gas e petrolio offshore

(Rinnovabili.it) – Il Parlamento europeo ha adottato la nuova normativa relativa alle estrazioni offshore e subito arriva il plauso del Commissario europeo per l’Energia Günther Oettinger. “Accolgo con favore questo importante passo fatto per migliorare la sicurezza delle attività offshore di produzione di gas e petrolio nell’UE”.

Oggi infatti il Parlamento europeo ha adottato la proposta legislativa UE sulla sicurezza delle operazioni di estrazione offshore di gas e di petrolio in UE, proposta che adesso dovrà ricevere l’approvazione definitiva. Tra i punti contenuti nella proposta la direttiva introduce regole chiare per la prevenzione e la risposta efficace ad un incidente. L’autorità di rilascio delle licenze negli Stati membri dovrà fare in modo che solo gli operatori che possono dimostrare le capacità tecniche e finanziarie necessarie per garantire la sicurezza delle attività offshore e la protezione ambientale siano autorizzati a esplorare ed estrarre petrolio e gas nelle acque dell’UE.

Le autorità nazionali competenti responsabili per la sicurezza degli impianti verificheranno le disposizioni in materia di sicurezza, tutela ambientale e per la preparazione alle emergenze di impianti e piattaforme. Se le aziende non rispetteranno le norme minime, gli Stati membri adotteranno azioni di contrasto e/o imporranno sanzioni.

Per rendere partecipi i cittadini verranno messe a disposizione informazioni in modo che possano scegliere gli operatori con maggiore chiarezza. Inoltre le compagnie petrolifere verranno considerate pienamente responsabili di eventuali incidenti e dei danni causati a specie marine protette e agli habitat naturali.